LA SVOLTA

Piscina di Francavilla in vendita a 2,5 milioni, E’ c’è già primo acquirente

La società è una costola di quella che gestisce le Naiadi e la piscina comunale di Chieti è pronta

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2741

Piscina di Francavilla in vendita a 2,5 milioni, E’ c’è già primo acquirente

FRANCAVILLA AL MARE. Vincenzo Serraiocco e Daniele D'Orazio,soci della Progetto Sport Nuoto, ieri pomeriggio tramite pec hanno manifestato l'interesse d'acquisto per la Piscina di Francavilla.

I due hanno apprezzato «il decisionismo del sindaco Antonio Luciani»  circa il desiderio di messa in vendita della struttura. Il prezzo a base d’asta è di 2,5 milioni di euro.


A questo punto, dunque, verrà esperita una gara di vendita, ma nel caso in cui non vi siano offerenti verrà pubblicata un’altra gara per l'affidamento ventennale della struttura, ponendo a carico degli affidatari i lavori necessari, oltre al pagamento di un canone all'amministrazione.

Ma la società di Serraiocco, costola della Progetto Nuoto che già gestisce le Naiadi di Pescara e dallo scorso gennaio pure la piscina comunale di Chieti, sembra pronta a sbarcare a Francavilla al Mare per acquistare l’impianto.


Già nel 2012 Luciani pensò alla vendita della piscina che in passato è costata cara alle casse pubbliche. Il contenzioso partito nel 2000 è finito pure alla Corte dei Conti e sono stati condannati l’ex sindaco Roberto Angelucci, alcuni ex assessorei e funzionari comunali.

Luciani, già dopo la sua prima elezione, dopo aver toccato con mano il dissesto economico del Comune (6 milioni di euro di debiti), aveva paventato la possibilità di questa azione, in linea con quanto stabilito dall’ex commissario prefettizio.

La Progetto Sport non è certo un nome nuovo per l’impianto di Francavilla: la società nei mesi scorsi aveva già firmato il contratto con il Comune di Francavilla passando poi le attività della piscina alla Sport e Fitness. Tutto è filato liscio fino a quando, come ha ricostruito Il Centro la scorsa estate, la Progetto Sport ha cominciato a lamentare il mancato pagamento di tre mensilità arretrate dei canoni di affitto.

Dopo Ferragosto, la Sport e Fitness è stata allontanata con tutti i suoi lavoratori. Poi l’attività nell’impianto natatorio è regolarmente ripartita con il personale della Progetto Sport ma il contratto scadrà a maggio prossimo.

Attualmente, l’impianto sportivo è gestito in coabitazione – come ha stabilito il custode giudiziario nominato dalla sede ortonese del Tribunale di Chieti – dalle due società.


«Siamo determinati a portare avanti i nostri progetti», hanno detto i soci della PSN.

«L'acquisto di questo immobile potrebbe rappresentare un vero e proprio step di ulteriore crescita per noi che fino a oggi abbiamo promosso lo sport, di acqua e di terra, con ottimi risultati nelle strutture da noi gestite. Avere una struttura di proprietà certamente ci permetterà di soddisfare in maniera netta le esigenze sia dei nostri atleti, sia dei nostri utenti: abbiamo ottimi istruttori in tutte le nostre associazioni e quelle direttamente a noi connesse come la Swamp, la PS Nuoto o la Sportlife che stanno raccogliendo quanto insegnato ai nostri atleti che riportano incredibili risultati a livello regionale e nazionale».

E al di là dell'aspetto sportivo, per i massimi esponenti della PSN è importante la continuità, ma apportando modifiche: «Il nostro intento è quello di preservare al proprio posto istruttori e lavoratori di ogni ambito perché in questi anni sono stati loro il cuore pulsante di una struttura che deve ripartire all'interno di una comunità di Francavilla che raccoglie tantissime persone: qualora dovessimo acquisire la struttura, però, la nostra priorità sarà la messa in sicurezza apportando le migliorie necessarie per permettere una lunga vita al piccolo gioiellino nel cuore della città».