IL FATTO

Teramo, Udu: «universitaria di colore insultata da altre studentesse»

«Rimasta in silenzio la padrona di casa»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

344

Teramo, Udu: «universitaria di colore insultata da altre studentesse»

 

TERAMO. Sarebbe stata insultata e respinta dalle possibili future coinquiline solo per il colore della pelle davanti al silenzio della padrona di casa.

Vittima dell’episodio di razzismo, denunciato dall’Unione degli studenti universitari, una studentessa straniera dell’Università di Teramo.

Il coordinatore dell’Udu Gianmarco Piovan stigmatizza l’evento e sostiene che gli ultimi eventi registrati sia in provincia che a livello nazionale sarebbero legati da un filo comune: «il pericoloso ritorno di venti razzisti, xenofobi e neofascisti, che indicano nel diverso e nello straniero il principale problema della nostra società». 

«Le scritte fasciste comparse nel Giorno della Memoria nella nostra provincia e i fatti di Macerata rappresentano solo l’apice, l’evento mediaticamente più forte e incisivo, di quella che invece purtroppo sta diventando la quotidianità», spiega Piovan.

Appreso dell’episodio capitato alla ragazza di colore l’Udu ha subito interessato gli organi dell’Ateneo preposti, che l’associazione ringrazia «per la disponibilità data».

«Allo stesso modo – continua l’associazione –  confidiamo che tutte le autorità, in ogni campo, intervengano su quanto accaduto per accertare e condannare le responsabilità di quanti interessati».

L’Udu, che  sta valutando iniziative da mettere in campo per il contrasto ai fenomeni di razzismo, ha intanto annunciato la sua partecipazione, sabato 24 alla manifestazione “Mai più fascismi” che si svolgerà a Roma.