CONTRO

Cementificio Vasto, vice sindaco ribadisce contrarietà. Domenica la marcia per dire no

Nel fine settimana manifestazione contro l’impianto

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

205

Consiglio comunale Vasto


VASTO. Anche Legambiente e WWF saranno presenti domenica 28 gennaio prossimo alla marcia, in programma, a partire dalle ore 10:00, contro il cementificio di Punta Aderci, insieme alle altre associazioni e ai comitati, agli operatori turistici e ai cittadini.

Intanto nella giornata di ieri, presso l’Aula Consiliare del Comune di Vasto, si è svolto il Tavolo per l’Ambiente allargato alle associazioni e rappresentanze del mondo del turismo convocato dal vicesindaco e assessore alle Politiche Ambientali e del Territorio Paola Cianci.

Una occasione per approfondire la questione relativa all’impianto progettato dalla ditta Escal di produzione di leganti idraulici (cementificio) anche alla presenza degli uffici competenti del Comune di Vasto.

 Erano presenti i rappresentanti delle associazioni convocate per il Tavolo e nello specifico: Cooperativa COGECSTRE, WWF, Italia Nostra, Legambiente, Cobas, Arci Vasto, FAI, Amici di Punta Aderci, Vasto Libera, Associazione Civica Porta Nuova, La Nuova Terra, Confesercenti, Consorzio Vivere Vasto Marina, Consorzio Golfo D’Oro, Consorzio Vasto in Centro e alcuni rappresentanti degli operatori turistici.

Sono emerse le richieste di revoca in autotutela del parere favorevole espresso dal dirigente, di revisione degli strumenti di pianificazione al fine di evitare nuove industrie impattanti sull’ambiente, di un incontro tecnico con il sindaco per affrontare la questione relativa alla qualità dell’aria, di effettuare una VIS (Valutazione di Incidenza Sanitaria) di cui è competente il sindaco come massima autorità sanitaria e, infine, l'invito all’Amministrazione Comunale a partecipare alle manifestazioni pubbliche che si organizzeranno in queste settimane.

«E’ stato un incontro importante - ha detto il vicesindaco e assessore alle Politiche Ambientali e del Territorio Paola Cianci - che segue ad un processo di condivisione dell’argomento in questione con il Tavolo per l’Ambiente portato avanti in questi mesi e allargato al mondo del turismo, vista la complementarietà con la tutela dell’ambiente in una città come Vasto che punta al turismo attivo e sostenibile. In tale occasione ho ribadito la mia contrarietà al progetto del cementificio a ridosso della Riserva Naturale di Punta Aderci anche dal punto di vista tecnico, alla luce delle osservazioni presentate e delle misure di sito specifiche dell’area Sic di Punta Aderci approvate dalla Regione Abruzzo che sarebbero state utili per un ulteriore approfondimento e che lo saranno sicuramente nel prosieguo della procedura. Ringrazio - ha concluso Paola Cianci - tutti coloro che hanno partecipato al Tavolo e che hanno fornito delle indicazioni utili all’Amministrazione Comunale al fine di affrontare la tematica relativa alla convivenza difficile tra la zona industriale di Punta Penna e la Riserva di Punta Aderci» .