IN CONSIGLIO

Pescara, oltre 20 milioni di euro per le periferie della città

Approvato con largo anticipo il piano  Triennale delle Opere Pubbliche.

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

385

Pescara, oltre 20 milioni di euro per le periferie della città

 

 

 

 

PESCARA. Ieri mattina il Consiglio Comunale ha approvato il triennale delle Opere Pubbliche, documento che riceve il via libera con grande anticipo rispetto alla consueta tabella di marcia amministrativa.

 

Il 18 dicembre il sindaco firmerà le convenzioni con la Presidenza del Consiglio e da allora ci saranno 60 giorni per rimettere i progetti definitivi.

Ecco gli interventi con i fondi delle periferie: completamento strada Pendolo, tratto PUE 8.24 per 1.775.000 euro; completamento strada Pendolo, tratto PP7 per 3.500.000 euro; completamento strada Pendolo, tratto via Pantini per 1.200.000 euro; completamento rete dei percorsi ciclabili per 1.800.000 euro; riqualificazione quartiere Zanni per 1.348.000 euro; riqualificazione Borgo Marino Sud (Piazza Caduti del Mare e via Magellano), 915.000 euro; realizzazione centro sociale via Thaon de Revel 280.000 euro; riqualificazione spazi pubblici quartiere Fontanelle 500.000 euro; riqualificazione edificio ex mattatoio comunale per 745.000 euro; riqualificazione spazi pubblici quartiere San Donato 775.000 euro.

A questi si aggiungono i fondi Terna: riqualificazione di via Pepe da via D’Avalos alla Riviera per 750.000 euro; lavori di infrastrutturazione da Ponte delle Libertà fino a via Raiale per 800.000 euro.

 

Lavori da realizzare con avanzo presunto dell’anno 2017: riqualificazione di varie vie cittadine per 600.000 euro (manutenzione ordinaria) tra cui via Trieste, via Colle di Mezzo e via Sabucchi; segnaletica stradale 200.000 euro; realizzazione incrocio di fronte al nuovo pronto soccorso 100.000 euro; bretella smaltitraffico di via del Circuito (da via Pian delle Mele a via Valle Roveto) per 500.000 comprensivi di esproprio; edilizia scolastica per 300.000 euro; manutenzione straordinaria degli immobili comunali 200.000 euro; completamento della palestra di via Caduti per Servizio 50.000 euro che si aggiungono ai 100.000 già stanziati ; ottenimento agibilità edifici scolastici ed edifici comunali 300.000 euro; apertura di via Verrino dalla Chiesa degli Angeli Custodi fino a via Tavo 200.000 euro; manutenzione straordinaria dei parchi urbani per 100.000 euro.

 

Fondi con destinazione vincolata: messa in sicurezza frane strada Fonte Borea Colle del Telegrafo per 340.000 euro; parco dello Sport, area ex Monopolio, per 100.000 euro del Coni; riqualificazione della Riserva dannunziana per 252.000 euro.

 

Fondi Masterplan: ampliamento del Museo del Mare 4.500.000 euro; completamento Città della Musica 1.000.000 euro.

 

 

«Approvare il piano triennale 2018-2020 il 15 dicembre dell’anno precedente a quello di concreta attuazione è un risultato importante che permette agli uffici di lavorare fin dal primo gennaio sulle opere strategiche e sulla messa in sicurezza della città – così il sindaco Marco Alessandrini – E’ un primato che vogliamo sottolineare in nome della Città, perché Pescara potrà continuare il suo percorso di crescita e di riqualificazione che in questi anni abbiamo avviato e a cui stiamo costantemente lavorando».

«Approvare il Triennale dopo un giorno di discussione significa dare testimonianza di una maturità che si va progressivamente acquisendo da parte di tutte le forze politiche anche sugli atti strategici che disegnano iol futuro della nostra città – sottolinea il vicesindaco Antonio Blasioli, assessore ai Lavori Pubblici - Molti sono gli interventi strategici contenuti nel piano, ad iniziare dai fondi per le Periferie.

 

 

 

IL CENTRODESTRA HA VOTATO CONTRO

La coalizione di centrodestra ha votato contro il Piano Triennale delle Opere pubbliche predisposto dalla giunta Alessandrini, «un documento che dimostra, per l’ennesima volta, i limiti di una maggioranza di governo incapace di progettare grandi opere, ma anche di prestare la necessaria attenzione alla manutenzione ordinaria della città. Grazie a un emendamento del centro-destra abbiamo preteso l’inserimento dei lavori di riqualificazione del mercato di via dei Bastioni, che la giunta Alessandrini aveva ignorato per l’ennesima volta. Altre indicazioni operative le presenteremo in un ordine del giorno che lunedì sottoporremo al voto del Consiglio comunale per chiedere opere antiallagamento in strade come via Gran Sasso, via Bocca di Valle o via Caravaggio, così come gli interventi per eliminare le radici in via Sabucchi, via Gioberti o viale Kennedy. Pescara avrebbe avuto bisogno di ben altre attenzioni e investimenti, di opere strategiche, opere che il centro-destra realizzerà tra pochi mesi quando i cittadini ci assegneranno la guida della città».

 

 

GLI SCONTI ALLA TARI

 

E sempre in Consiglio comunale è stata approvata la delibera presentata consiglieri Pignoli e Teodoro che prevede sconti sulla Tari alle attività che doneranno beni alimentari alle persone bisognose.

 

La riduzione tariffaria riguarda esclusivamente le utenze con superfici superiori ai 250 metri quadrati ed è quantificata in 20 centesimo ogni chilo di beni alimentari di cui sia stata documentata la cessione gratuita. L'importo massimo della riduzione non può superare i 200 euro.

 

«Sono molto soddisfatto per questa approvazione», dichiara Pignoli, «è la prima volta in Italia che si fa una delibera di questo tipo. È l'ennesima prova di quanto il sottoscritto lavori a favore delle persone bisognose. Adesso potrà essere subito efficiente ed efficace, così da dare un sollievo alle famiglie bisognose».