IL MISTERO

Scomparsa Ernesto Valerio, un prelevamento da 500 euro poi la scomparsa

La moglie: «ovunque tu sia ti amo e mi manchi»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

7632

Scomparsa Ernesto Valerio, un prelevamento da 500 euro poi la scomparsa


MANTOVA. La Jeep ferma a pochi passi da casa, il cellulare muto. Due prelievi al bancomat per una somma totale di 500 euro, poi di Ernesto Valerio, imprenditore 34enne originario di Lanciano si sono perse le tracce.

Nessuna notizia da oltre 48 ore, ovvero da quando lunedì mattina, alle 6, ha salutato la moglie ed è uscito di casa per incontri a Brescia e Rovigo. Una routine quotidiana che si è ben presto trasformata in incubo quando la moglie Giulia si è accorta che il marito era sparito, non riusciva più a contattarlo e che la macchina non è mai stata spostata.

Ieri i carabinieri che stanno seguendo il caso hanno visionato le immagini delle telecamere di sorveglianza di viale Partigiani e del bancomat dove Valerio ha fatto i due ritiri di denaro ed è stato anche controllato il suo ufficio e le carte dell’attività di dirigente del calcio (è responsabile del settore giovanile della Governolese).

L'obiettivo principale per ora è quello di escludere le ipotesi peggiori che implicano violenza anche da parte di altri per questo si cerca di capire se possano esistere persone che potevano avere ragioni per fargli del male. 

Carabinieri anche nello studio di Cittadella, sempre a caccia di indizi che possano suggerire dove si trovi.

Sotto shock la moglie che non riesce a comprendere cosa possa essere accaduto. Il marito si è allontanato volontariamente? E’ stato portato via da qualcuno? Giulia ieri sera ha scritto un nuovo messaggio su Facebook: «È stata dura allestire questa Santa Lucia. Domani spero arrivi il regalo che ho chiesto. Ovunque tu sia ti amo e ci manchi». Decine e decine i commenti di amici, conoscenti e genitori dei piccoli calciatori che condividono le notizie della scomparsa, che cercano di fare coraggio alla donna.

Anche i familiari di Valerio, che vivono a Lanciano, sono saliti a Mantova per seguire da vicino le ricerche del ragazzo.

Il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, via social network ha lanciato un messaggio per il giovane lancianese: «con Ernesto abbiamo tante cose da fare: ci siamo visti pochi giorni fa per un progetto che sta portando avanti con l'Assessore alla Cultura Marusca Miscia. E' un vulcano di idee e proposte che hanno trovato spazio e attenzione su Lanciano, la sua città natale, con il primo Festival dell'Editoria in programma a maggio 2018, BibliOn Lanciano».

Ernesto, si è laureato a Trento, da quattro anni vive a Mantova dopo il matrimonio e dopo aver vissuto a Castiglione delle Stiviere, dove è titolare con la moglie di Smartidea, ufficio di consulenza, gestione siti web, comunicazione e organizzazione eventi. I due hanno una bimba di 4 anni.

A questa attività affianca da sempre la sua passione per la letteratura avendo pubblicato anche libri, si era avvicinato per un periodo anche al giornalismo collaborando con PrimaDaNoi.it. Poi c’è la grande passione per il calcio che lo ha portato a guidare la società del Castiglione Calcio e, da un paio d’anni, la Governolese.

Stasera del caso potrebbe occuparsi anche la trasmissione "Chi l’ha visto?" che già nella giornata di ieri ha lanciato un appello nel corso della striscia quotidiana su Rai 3.

Il tempo passa ed ogni minuto può essere prezioso.

Ernesto dove sei?