STABILIZZAZIONI

Il concorso ‘ristretto’ alla Sasi per 67 nuove assunzioni

17 figure professionali richieste, "con esperienza" e che abitino vicino

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

6762

Il concorso ‘ristretto’ alla Sasi per 67 nuove assunzioni

Gianfranco Basterebbe


LANCIANO. Arrivano altre assunzioni anche alla Sasi grazie ad un bando pubblicato di sabato per cercare 67 dipendenti per 17 figure professionali e mansioni varie.

Proprio mentre dubbi e proteste si addensano sulla società che gestisce l’acquedotto pubblico e non finiscono le polemiche sulla carenza di investimenti alle infrastrutture si cerca di aumentare le truppe con bando pubblicato non nella sezione del sito istituzionale "Lavora con noi".




Si cercano:

N. 2 CAPO IMPIANTO-IMPIANTO DI DEPURAZIONE

N. 2 CONDUTTORI MACCHINE OPERATRICI

N . 13 CONDUTTORI IMPIANTI DI DEPURAZIONE

N. 1 ADDETTO TECNICO SERVIZIO AUTOSPURGO

N.1 ADDETTO MAGAZZINO – SERVIZI INTERNI

N. 17 MANUTENTORI IMPIANTI E RETI

N. 2 ADDETTI MANUTENZIONE ELETTRICA ED ELETTROMECCANICA

N. 10 LETTURISTI/DISTACCHISTI/OPERATORI CONTATORE

N.2 ADDETTI SERVIZIO ACQUE POTABILI

N. 1 ADDETTO TECNICO FOSSE IMHOFF

N . 1 ADDETTO SEGRETERIA

N. 5 ADDETTI TECNICI AMMINISTRATIVI

N. 2 ADDETTI SPORTELLO ON LINE

N. 3 ADDETTI AMMINISTRATIVI

N.3 ADDETTI CLIENTELA

N. 1 ADDETTO LABORATORIO ANALISI

N.1 ADDETTO ALLACCI FOGNARI.


Possono accedere alla selezione solo persone che abbiano maturato una «Precedente documentata esperienza di almeno un anno continuativo in aziende di servizi a rete fisica (a titolo esemplificativo distribuzione gas, acqua)» come cita il bando, inoltre devono avere la «Residenza/domicilio nel raggio max di 50 km. dalla sede di lavoro».


Criteri che potrebbero far pensare ad un vantaggio accordato agli interinali che già lavorano alla Sasi, chiamati ufficialmente attraverso le società di lavoro e che ora possono avere una corsia preferenziale per l’agognata stabilizzazione.

 


La domanda dovrà essere fatta entro e non oltre il 16 ottobre 2017 e non sarà nemmeno necessario mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno o avere una casella di posta elettronica certificata, basterà mandare una semplice mail all'indirizzo: lavoraconsasi@sasispa.it, con allegato rigorosamente in pdf.


In definitiva per esempio per fare il "conduttore di macchine operatrici" anche se avrete lavorato per un ventennio in un'azienda di movimento terra non potrete presentare candidatura perché bisogna aver lavorato in «aziende di servizi a rete fissa», o per fare il "Manutentore di impianti e reti", anche se avrete un'esperienza come manutentore svolta ai dieci angoli del mondo, non basterà perché dovrete aver maturato un'esperienza di almeno un anno continuativo in aziende di servizi a rete fisica (per intenderci in una società come la Sasi o meglio ancora proprio la Sasi).

I dipendenti della Sasi sono ad oggi circa 150 di cui circa 70 interinali.

La loro stabilizzazione da parte dell’ex presidente Domenico Scutti, senza concorso, provocò nel 2015 la richiesta di un intervento della Commissione regionale di vigilanza da parte del deputato Fabrizio Di Stefano, che allora affermava in una intervista al Centro «Tutti sappiamo che c’è la legge regionale che obbliga la Sasi a fare concorsi, anche per assumere persone con contratti a tempo determinato. Questo non è mai avvenuto e nel frattempo ci sono state molte assunzioni di persone interinali. Tra questi precari ci sarebbero dei consiglieri di alcuni comuni di centrosinistra o di loro parenti. Già aver loro prolungato sempre i contratti è stato illegittimo, figuriamoci ora cosa sarebbe assumerli a tempo indeterminato».

Nel 2016 Domenico Scutti venne defenestrato e subentrò un nuovo Consiglio di Amministrazione, nominato dall’Assemblea dei sindaci, che utilizzò quale criterio di nomina del nuovo Consiglio, non esattamente la stessa “competenza” relativa alle aziende di servizi a rete fisica così come richiesto ai “67”.

Vennero così nominati Gianfranco Basterebbe, ex sindaco di San Vito Chietino, Patrizia De Santis, ex Sindaco di Castel Frentano, e Paola Tosti giornalista di Vasto.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione torna alla carica nell'aprile del 2017 ed il presidente Basterebbe parlò nuovamente di un maxi bando, che avrebbe aiutato a risolvere il problema degli oltre 70 interinali che da anni lavorano in Sasi, «Dovranno anche loro fare il concorso, come prevede la legge», si disse per evitare le polemiche che sorsero in passato quando alcuni accusarono la società di aver assunto personale a tempo indeterminato senza concorso.


Il Consiglio di amministrazione ha così provveduto nel frattempo in data 17 luglio a fare un “Regolamento per il reclutamento del personale”, con il quale si rendono chiare le modalità di reclutamento del personale, una delle quali la pubblicità del Bando, che dovrà avvenire 15 giorni prima nella ”Sezione Bandi di reclutamento personale”, ma ad oggi il Bando in quell’area non è rintracciabile, troviamo però l’annullamento di un precedente Bando del 2008, che in quel caso seguì procedure di pubblicità ben diverse, come ad esempio la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

QUI il link del bando completo.


a.s.