INDENNITA'

Regione, via libera agli aumenti per i collaboratori di D’Alfonso

Provvedimento retroattivo «viste le particolari esperienze e competenze»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4326

Regione, via libera agli aumenti per i collaboratori di D’Alfonso

lo Staff di Luciano D'Alfonso

ABRUZZO. Aumento in vista per i collaboratori del presidente della Regione Luciano D’Alfonso, premiati per la loro instancabile attività al fianco del super governatore.

E’ quanto stabilito dal decreto 41 firmato da D’Alfonso a fine giugno e pubblicato sul Bura del 28 giugno scorso dal titolo ‘’adeguamento degli emolumenti unici ai Responsabili degli Uffici di Segreteria del Presidente della Giunta Regionale’

In pratica ai 6 collaboratori dell’Ufficio di presidenza viene riconosciuto un trattamento economico pari a quello che spetta alla posizione economica del personale di categoria D3, «viste le particolari esperienze e competenze richieste per le attività che sono chiamati a svolgere».

Parlando in termini economici si tratta di un aumento che potrebbe arrivare a seconda di vari fattori fino ad un massimo di 14 mila euro annui.

Questo vale per tutti.

Dunque c’è l’avvocato Marianna Di Stefano, fedelissima di D’Alfonso, categoria D1, responsabile dell’Ufficio Segreteria (lavora a Pescara) fino all’8 febbraio scorso poi nominata coordinatore della Struttura di Coordinamento e Raccordo Istituzionale del presidente, dopo l’addio di Claudio Ruffini.

Da quel momento le è spettato il trattamento economico da dirigente. Entrata in Comune a Pescara grazie ad un concorso, era il lontano 2005, fu subito nominata «responsabile con alta professionalità» e coordinatrice della segreteria particolare del sindaco… che all’epoca era Luciano D’Alfonso.

Cinque anni prima aveva svolto un tirocinio pratico, grazie ad una borsa di studio, presso l’ufficio di presidenza della Giunta Regionale della Lombardia, a quell’epoca sotto il secondo mandato del presidente Roberto Formigoni.

Promozione in busta paga anche per Irene Ciabini, categoria C, posizione economica C3, responsabile dell’Ufficio Fiduciario di Assistenza Specialistica a L’Aquila e Sergio Di Pietrantonio, categoria C, posizione economica C5, Responsabile dell’Ufficio di Ascolto Sociale con sede a Pescara.

Aumento di coppia anche per Annarita Capodicasa, categoria C, posizione economica C5, responsabile dell’Ufficio Fiduciario di Assistenza Specialistica per le Politiche Sanitarie ed il marito Enzo Del Vecchio, dal 4 aprile scorso responsabile dell’ufficio segretario particolare del presidente (categoria B3).

A tutti loro, così come stabilisce il decreto, in maniera retroattiva e a far data dal 2 febbraio spetta un trattamento economico «pari alla differenza tra la posizione economica posseduta e quella economica posseduta dal personale di categoria economica D»

Il dirigente e il direttore del servizio Risorse Umane hanno espresso i propri pareri favorevoli in merito alla legittimità formale ed alla regolarità tecnico-amministrativa. Dunque si può procedere.