SOLUZIONE?

Comune Sulmona, stop alla protesta dei lavoratori Satic, c’è l’accordo

Bandi in breve tempo e inserimento clausole sociali

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

103

Comune Sulmona, stop alla protesta dei lavoratori Satic, c’è l’accordo

SULMONA. Dopo diverse settimane di protesta è terminato il presidio dei lavoratori Satic impiegati al Comune di Sulmona e preoccupati per il proprio futuro occupazionale.

E’ stato infatti firmato a palazzo San Francesco, dopo un lungo confronto tenuto in questi giorni, l’accordo politico tra il sindaco, Annamaria Casini, l'assessore regionale Andrea Gerosolimo, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Anthony Pasqualone della Cgil e Nicola Cieri della Uil e il presidente della Cooperativa sociale Satic arl Sigismondo Canepari.

La firma ha fatto seguito a un’assemblea tenuta con i lavoratori della Satic, i quali hanno interrotto il presidio, riconsegnando l’aula consiliare al presidente del Consiglio comunale Katia Di Marzio.

L’accordo prevede: l’impegno del sindaco a dare indirizzi agli uffici preposti affinché nei bandi di gara vengano inserite le disposizioni in materia di tutela occupazionale e in particolare la clausole sociali che prevedano il completo riassorbimento con priorità dei lavoratori del precedente appaltatore dediti da diversi anni al servizio (prima di procedere ad eventuali ulteriori assunzioni). Il Comune si è impegnato anche ad impartire specifiche direttive agli uffici competenti, affinché le procedure di gara vengano espletate nel minor tempo possibile, per evitare disagi al funzionamento dell'apparato amministrativo, lo stesso manifesta l'intento di restare al fianco dei lavoratori della Satic garantendo i loro livelli occupazionali. Le organizzazioni sindacali Cgil e Uil e il Sindaco s'impegnano a mantenere costantemente aperto il tavolo di concertazione per garantire un proficuo confronto. Le parti, inoltre,si attiveranno per la verifica dell’utilizzo di ammortizzatori sociali a sostegno del reddito dei lavoratori interessati alla vertenza.

Soddisfatto il sindaco Annamaria Casini. «E’ un ottimo risultato, conseguito attraverso dialogo e confronto, elementi preziosi al fine di individuare la migliore soluzione per la tutela dei lavoratori e per la riattivazione, il più rapidamente possibile, dei servizi nell’esclusivo interesse dei cittadini. E’ stata sempre volontà di questa Amministrazione» prosegue il sindaco «cercare di addivenire, in tempi brevi, con grande impegno e determinazione, alla risoluzione tesa a far ripartire i servizi. Sono dalla parte dei lavoratori e dei miei cittadini e continuerò ad esserlo, come ho sempre fatto».

«Sono terminate oggi settimane molto dure per i lavoratori della Satic», ha detto invece Gerosolimo, «che avevano intrapreso la protesta. L’impegno è che continueremo ad essere loro vicini costantemente, anche attraverso la costituzione del tavolo permanente. Voglio ribadire che la Regione farà la sua parte nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini».

«Prendiamo positivamente atto che si è ristabilito un clima collaborativo volto alla risoluzione della questione e questo può essere considerato un nuovo inizio rispetto alla vertenza in atto» commentano i sindacalisti Pasqualone e Cieri, i quali aggiungono «terremo alta l’attenzione fino alla completa risoluzione della vertenza che avverrà nel momento in cui verranno ripristinati i servizi e conseguentemente si ristabiliranno i livelli occupazionali».