ECONOMIA

In Abruzzo delegazione Cinese per la promozione del Commercio Internazionale

Visita anche all’aeroporto «per sviluppare sinergie»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

256

In Abruzzo delegazione Cinese per la promozione del Commercio Internazionale

ABRUZZO. Il 9 e 10 novembre è stato in visita in Abruzzo Zhang Gang, Delegato Generale, con Ufficio di rappresentanza in Italia, del Consiglio Cinese per la Promozione del Commercio Internazionale e della Camera di Commercio Cinese.

Zhang Gang è stato accompagnato da Alessandro Di Loreto, presidente fondazione Aria e Maria Moreni, presidente Associazione Physeon Founder High Quality China & High Quality Italy Project.

Confindustria Chieti Pescara, in collaborazione con Confindustria Abruzzo e il Centro Estero Abruzzo, ha organizzato un planning di eventi, visite ed incontri per la delegazione cinese. Nella mattina di giovedì la delegazione ha visitato la sede di Atessa della Valagro ed il Porto di Ortona, dopo un incontro istituzionale presso la Capitaneria di Porto.

Nel pomeriggio è seguito un incontro istituzionale presso la sede pescarese di Confindustria Chieti Pescara, durante il quale sono state presentate alla delegazione cinese le eccellenze della nostra Regione, con un excursus informativo sulle tipicità del nostro sistema produttivo, con risalto ai settori trainanti, dall’agricolo al manifatturiero, dal farmaceutico al turismo.

Ha aperto l’incontro il presidente di Confindustria Chieti Pescara, Gennaro Zecca, che ha evidenziato l’impegno per favorire momenti di incontro e aggregazione, finalizzati anche all’approfondimento di tematiche sempre aggiornate, così da permettere alle imprese di svolgere la loro attività con il maggior numero possibile di informazioni.

Il presidente di Confindustria Abruzzo, Agostino Ballone, ha auspicato che tali iniziative siano foriere di nuovi successi per l’espansione commerciale del “made in Italy” all’estero che è soprattutto curato con sempre maggiore attenzione proprio dalle piccole e medie imprese.

Maria Moreni Alessandro Di Loreto hanno illustrato le tematiche oggetto dell’incontro dal quale è essenzialmente emerso che molti miti legati alla Cina debbono essere sfatati e che le realtà e opportunità di business sono numerose, a patto che le aziende siano adeguatamente preparate ad affrontare tale mercato.

La Cina è un mercato immenso e in forte crescita, dove su 1 miliardo e 300.000 persone, ci sono 200 milioni di ricchi e centomila miliardari e buona parte della popolazione, che al momento non ha potere di spesa, in un futuro molto vicino sarà composto da potenziali consumatori.

«In altre parole - come evidenziato dal presidente Gennaro Zecca - se c’è un mercato al mondo dove è possibile fare business, questo è la Cina. Dove la classe media è in continua crescita e chiede di accedere non solo ai brand di livello mondiale ma soprattutto al made in Italy. Le imprese italiane devono imparare ad orientare questo immenso mercato verso i propri prodotti».

Il presidente del Centro Estero delle Camere di Commercio d’Abruzzo, Daniele Becci, ha indicato che le aziende italiane hanno dei vantaggi che potranno sfruttare opportunamente: «la qualità del prodotto e marchi famosi. Il nostro Paese è famoso per il valore del “Made in Italy”, l’“Italian design” e “l’Italian quality».

Infine, sono stati evidenziati i ruoli di Confindustria, del Centro Estero, delle Camere di Commercio e dei Poli in tema di internazionalizzazione. Zhang Gang ha concluso l’incontro presentando l’opportunità della Via della seta, il progetto dello sviluppo dei corridoi dell’Alta Velocità tra Europa e Asia.

Per sviluppare la collaborazione imprenditoriale, promuovere l’import-export e incoraggiare gli investimenti in Cina e sostenere i rapporti commerciali con la Cina, la Delegazione imprenditoriale il 10 novembre ha visitato l’Aeroporto d’Abruzzo, dove è stata accolta dal presidente Nicola Mattoscio e dal direttore della Saga, Luca Ciarlini. È seguito l’incontro presso l’Interporto dove è stato possibile assistere all’arrivo del treno da Livorno. La delegazione ha concluso la sua visita nelle storiche Cantine “Nestore Bosco”.