LA SENTENZA

Coppia condannata per usura a Chieti

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1695

Coppia condannata per usura a Chieti

 

 

 

CHIETI. Il Tribunale di Chieti ha condannato una coppia di Popoli (Pescara) accusata di usura: si tratta di Pietro Papa, 62 anni, originario della provincia di Taranto, che ha avuto cinque anni di reclusione, e Anna Miaskova (47), di origini russe, condannata a quattro anni; la vittima è Carlo Pili (53) di Chieti che nel processo si è costituito parte civile.

Il pm Giuseppe Falasca aveva chiesto 4 anni per l'uomo e l'assoluzione per la donna per non aver commesso il fatto. Il Tribunale ha anche condannato i due ad una provvisionale di 15 mila euro, disponendo una confisca del profitto per un valore di 27 mila euro. Secondo l'accusa i due imputati a fronte di un prestito di 23 mila euro effettuato nel febbraio del 2010 a Pili, che aveva bisogno del denaro per farsi curare perché gravemente malato, si facevano consegnare cinque cambiali da 10 mila di euro ciascuna con scadenza compresa fra il 30 settembre e il 30 novembre di quell'anno e una cambiale ipotecaria da 50 mila euro con scadenza il 30 novembre del 2010. Successivamente, sempre secondo l'accusa, non avendo Pili pagato le prime cinque cambiali, si facevano consegnare a garanzia due assegni dell'importo complessivo di 82 mila euro e facevano trasferire alla Miaskova la proprietà di un immobile della vittima.