LA PROTESTA

Manutenzione ospedali Teramo e Giulianova: elettricisti senza stipendi da 3 mesi. E’ agitazione

Ma per la Modus caso risolto

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3007

Manutenzione ospedali Teramo e Giulianova: elettricisti senza stipendi da 3 mesi. E’ agitazione




TERAMO. Sabato mattina i lavoratori elettricisti dei servizi di manutenzione dei Presidi Ospedalieri di Teramo e Giulianova, riuniti in assemblea presso la sede della Cgil di Teramo, hanno discusso in merito ai problemi relativi alla mancata erogazione degli stipendi di dicembre 2014, delle spettanze di fine rapporto e Tfr.
Le attività di manutenzione sono state oggetto di un cambio di assetto di gestione dei servizi con la risoluzione del rapporto tra la Modus F.M. SpA (società associata al Cns - Consorzio Nazionale Servizi Società Cooperative) e la società Teknoelettronica Srl con il successivo subentro dell'agenzia di somministrazione di manodopera In Opera Spa.

Nel corso dell'incontro che si è tenuto circa un mese fa, in seguito a formale contestazione di pagamento in solido, le società Modus F.M. Spa e Teknoelettronica Srl hanno fornito rassicurazioni sull' erogazione della spettanze entro il mese di febbraio 2015.

«Visto che gli impegni assunti in sede di vertenza sindacale sono stati ampiamente disattesi», commenta Giampiero Dozzi della segreteria sindacale, «e che non vi sono stati segnali tangibili sulla soluzione della controversia, i lavoratori hanno proclamato lo stato di agitazione».

La segreteria Nidil Cgil di Teramo ritiene che sia «inaccettabile» che i lavoratori che hanno fronteggiato «l'emergenza meteo in maniera encomiabile, talvolta con strumenti tecnici persino inadeguati, debbano trovarsi in condizione di precarietà contrattuale e salariale. Su tale questione la responsabilità della Asl di Teramo è sotto gli occhi di tutti».

L’assemblea dei lavoratori ha dato mandato alla segreteria Nidil Cgil di Teramo e alla Rsa di comunicare lo stato di agitazione per l'attivazione della procedura di raffreddamento presso la Prefettura.
La Modus FM Spa è una società operante nelle attività di sviluppo, costruzione, realizzazione, commercializzazione, installazione, gestione, manutenzione, riparazione d, impianti tecnologici. I soci di riferimento della Modus FM spa sono Coopmanagement Società Cooperativa per azioni (51%) e Dynamin Holding srl (49%). Presidente e Amministratore Delegato della Modus è Giuseppe D'Alessandro, vice presidente: Manlio Tassi e consigliere: Giuseppe Marucci.

MODUS: «TUTTO REGOLARE»
La Modus fa sapere che la mancata corresponsione delle spettanze degli stipendi non sono imputabili alla loro società ma alla Teknoelettronica.
La società spiega che comunque è intenzionata a risolvere le criticità seppur non imputabili a loro. Per questo motivo «animati dal consueto senso di responsabilità, abbiamo provveduto al pagamento di quanto dovuto ai lavori impegnati presso il presidio ospedaliero di Teramo anche se non dipendenti della Modus all’epoca dei fatti».
«Inoltre», spiega ancora la società, «ci preme sottolineare che tutti i lavoratori attualmente impegnati nei presidi ospedalieri di Teramo per le attività di manutenzione ex convenzione Mies-riassorbiti da Modus, dai precedenti appaltatori e sub appaltatori, percepiscono oggi regolarmente le loro spettanze, così come tutti i lavoratori della Modus Fm in tutta Italia».