ACQUA

Cam Spa, bilancio d’esercizio chiuso in attivo

Pagati i debiti con il 70% dei creditori

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

996

sede cam

AVEZZANO. La strada del risanamento sembra segnata e i conti in rosso di qualche tempo fa (62 milioni di euro) sembrano ad oggi un lontano ricordo.
Il percorso da affrontare è ancora lungo e tortuoso ma almeno il viaggio è stato intrapreso e la via segnata.
Nel 2012 l’azienda aveva registrato una perdita di esercizio di 8 milioni e mezzo mentre il 31 ottobre scorso i comuni soci del Cam Spa hanno approvato il bilancio d'esercizio 2013 con un risultato economico positivo di circa 200 mila euro segnando un'importante
controtendenza rispetto agli esercizi precedenti
Per la prima volta è arrivato anche il parere favorevole dell'ente di controllo analogo. Il Cam per primo in Abruzzo ha aderito alla piattaforma per la certificazione dei crediti della pubblica amministrazione consentendogli di certificare e transigere oltre 30 milioni di euro di debiti che nel solo 2014 avevano prodotto oltre 82 pignoramenti sui conti aziendali.

Inoltre la società sottolinea di aver pagato i propri debiti verso oltre il 70% dei creditori favorendo i piccoli imprenditori locali maggiormente in difficoltà in questo momento di crisi economica generale.
Attraverso la riconduzione in equilibrio finanziario dei conti aziendali, ha poi abbandonato il regime di salvaguardia e aderito al libero mercato dell'energia elettrica «introducendo un risparmio di circa 2 milioni l'anno».
Soddisfazione anche per il recupero di circa 6 milioni di conguagli sugli anni passati, «anche grazie all'azione delle precedenti gestioni, consentendo ai comuni di non appostare sui propri bilanci di previsione 2015 la copertura delle perdite della società e liberare risorse a favore delle proprie comunità».
Inoltre la società ha sostituito il proprio parco mezzi attraverso il noleggio degli stessi con un risparmio annuo di 100 mila euro. Da gennaio 2013, il vecchio consiglio di amministrazione è stato sostituito dal consiglio di gestione e da quello di sorveglianza.