LA DENUNCIA

Francavilla, lavori su viale Alcione. Moroni: «così si sperperano soldi»

Sindaco: «nessuno spreco»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1431

Lavori asfalto

FRANCAVILLA AL MARE. Il consigliere comunale Franco Moroni contesta i lavori di rifacimento, partiti nei giorni scorsi, del manto stradale di viale Alcione con il metodo delle pezzature continue, ossia il rifacimento dei tratti longitudinali continui laterali o centrali.
Il consigliere di minoranza e assessore provinciale di Chieti si dice d’accordo con l’amministrazione sulla necessità del rifacimento del manto stradale, («per il quale mi sono sempre battuto personalmente») ma contesta la scelta effettuata. Secondo lui c’erano zone che andavano privilegiate perché da lungo tempo in pessime condizioni.
«Rinnovare Viale Alcione, dove quasi tutta la pavimentazione è in buono stato e dove appena una settimana fa è stata (supportando un costo) rifatta la segnaletica stradale orizzontale, mi sembra la disarmante dimostrazione della non capacità amministrativa dell’assessore ai Lavori Pubblici non in grado di attuare interventi efficaci tramite un programma di manutenzione applicato al manto stradale», contesta il consigliere.
Moroni chiede se fosse difficile fare una programmazione reale sulle situazioni d’urgenza, come il rifacimento del manto stradale nei molteplici tratti danneggiati nelle parallele di Viale Alcione. E indica con chiarezza anche i punti che dovevano essere interessati dai cantieri: «il tratto che va dalla Sirena verso il Rione Mchetti, via Tosti e le parallele, via Foro e le massacrate strade alle Contrade».
Infine una domanda la cui risposta appare scontata: «chi rimborserà la spesa sostenuta dal Comune per l’esecuzione della segnaletica stradale orizzontale fatta appena sette giorni fa e che oggi non è più presente? È normale che la stessa segnaletica si dovrà rifare e quindi rispendere di nuovo soldi pubblici? È normale avere un viale con pezzature di asfalto estetiche orrende con avvallamenti?»
Moroni annuncia una interrogazione consigliare da presentare in Consiglio: «voglio tutti gli opportuni chiarimenti». 

SINDACO: «NESSUNO SPRECO»

«Le strisce pedonali sul Viale Alcione sono state realizzate prima dell’estate con un criterio ben preciso, ossia quello di rendere più sicura una strada assai trafficata da cittadini e da turisti». Lo dichiara il sindaco di Francavilla al Mare, Antonio Luciani, che puntualizza: «Al contrario, la segnaletica realizzata pochi giorni fa, a cui si riferisce Moroni, sono le strisce adiacenti quelle blu dei parcheggi a pagamento e, come i cittadini potranno constatare, non sono state affatto coperte dall’asfalto».

«Gli interventi, che per Moroni sono brutti esteticamente – sottolinea il primo cittadino -, rappresentano un modo ragionato di risolvere un problema venutosi a creare prevalentemente al centro della carreggiata e non ai lati dove l’asfalto è, per molti tratti, come conferma lo stesso Moroni nel suo dire, ancora in buone condizioni».

«Noi facciamo i conti con quello che si può fare: azioni sempre tese al risanamento del bilancio e all’ottimizzazione delle risorse a disposizione. Con i soldi, per dirlo in modo semplice, realizziamo l’asfalto dove occorre: interverremo, infatti, prima della fine dell’anno, in altre zone, che attendono da tanto, troppo tempo; con i soldi interveniamo sulle scuole e curiamo l’efficienza della pubblica illuminazione. Insomma, tutto ciò che occorre per rendere questa città migliore. Non ci paghiamo consulenze inutili o propagande elettorali. Sarebbe meglio avere i fondi per asfaltare tutta la città: molte zone, infatti, festeggiano le nozze d’argento con l’assenza di qualsiasi tipo di manutenzione. Fino a dicembre i cittadini sanno già cosa faremo – conclude il sindaco Luciani -, da gennaio attueremo un ulteriore piano di asfalto in diverse zone della città».