MANI BUCATE

Francavilla, perdite perenni di acqua potabile: «spreco e disagi»

Dopo i disagi estivi rimangono i segni dello spreco. La denuncia di Moroni

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1395

Francavilla, perdite perenni di acqua potabile: «spreco e disagi»



FRANCAVILLA. Dopo una stagione estiva con evidenti carenze di acqua potabile,  da oltre un mese continua lo spreco di acqua potabile causa le costanti perdite della rete idrica comunale. Non che sia una cosa isolata e mai accaduta prima ma se altre volte i tempi di reazione sono stati comunque contenuti questa volta i residenti si domandano per quale ragione non si sia messa letteralmente una toppa a quella conduttura bucata.
Nel caso specifico i residenti di “Via Gizio incrocio Via Maiella”  indignati dalla mancanza di risposte dell’Aca e dell’Amministrazione Comunale, si sono rivolti al consigliere comunale Franco Moroni (Fi) per far evidenziare «gli sprechi di acqua potabile e i disagi persistenti dovuti ad una rottura della rete, dove l’acqua esce copiosa nel mezzo della carreggiata dall’incrocio di Via Maiella-Via Gizio scorrendo come un rivolo per un lungo tratto da oltre un mese». 

«Ad aggravare e mettere in evidenza l’assoluta mancanza di organizzazione e trascuratezza dell’Aca e del Comune», sostiene Moroni, «a 100 metri persiste una perdita in Via Gizio, segnalata da circa un mese, da una conduttura di derivazione che ha solo il pregio di creare “gratuitamente una bella fontana».
«Viste le molteplici segnalazioni agli uffici competenti –afferma Moroni- sollecito l’intervento urgente dell’Amministrazione Comunale nel far rispettare le tempistiche tecniche all’Aca. Poi mi domando  in considerazione di tutto quello che ci fanno pagare in bolletta, ma è difficoltoso organizzare un servizio di pronto intervento rapido?  Tutti i Comuni, poi hanno adottato l’ordinanza per contenere i consumi idrici ed evitare gli sprechi, quindi se un cittadino innaffia l’orto o lava la macchina viene multato, ma se ci sono perdite e sprechi di acqua potabile per più mesi dove l’ACA non ripara un tubo rotto va tutto bene.    Come sempre due pesi e due misure».