OPERE PUBBLICHE

Scafa, via libera alla nuova piscina comunale

La vecchia struttura è stata messa in vendita

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1861

Scafa, via libera alla nuova piscina comunale






SCAFA. Nel corso dell'ultimo Consiglio comunale è stato approvato il progetto esecutivo della nuova piscina comunale.
Una deliberazione, per il sindaco, Maurizio Giancola, «d’enorme importanza, perché Scafa è, ormai, un centro di servizi e la piscina è il servizio per eccellenza. In questo impianto, infatti, si potrà svolgere attività natatoria, sportiva e riabilitativa, stipulando convenzioni con l’Asl, così che l’impianto stesso diventi un centro d’aggregazione ed un’attrazione per tutto il comprensorio».
Il finanziamento di 200.000 €, spiega sempre il primo cittadino, è stato ottenuto grazie ad un bando della Regione e, per mezzo d’una gara, è sorta una partnership con un imprenditore privato.
«Tra luglio ed agosto», aggiunge Giancola, «sarà possibile bandire la gara d’appalto». La vecchia piscina comunale è stata messa in vendita, con base d’asta di 130.000 € (nel sito web del Comune, presto verrà pubblicato il bando di vendita dell’immobile).«Era ormai fatiscente, in disuso da anni, priva di parcheggi, fuori dal centro abitato, di non facile accesso e per di più scoperta, non sarebbe mai potuta diventare un vero servizio per la comunità», spiega il sindaco.

GESTIONE DEL CAMPO SPORTIVO
Ma l'amministrazione comunale ha deciso anche di indire una gara per l’affidamento della gestione del campo sportivo, dotato di erba sintetica (la delibera è già sul sito web del Comune): «Sono aperti i termini per la presentazione della domanda e dei documenti da allegare. La convenzione che verrà stipulata regolamenterà in modo molto accurato i rapporti tra il proprietario ed il gestore, oltre che quelli tra il gestore e le società sportive di Scafa e dei paesi limitrofi», chiarisce Giancola. Aggiungendo che «le tariffe sono già state stabilite dal Comune, tenendo conto del numero delle squadre che compongono ogni società sportiva, dai pulcini fino ad arrivare alla squadra femminile. È una misura con la quale, finalmente, viene risolto un problema che si trascinava da anni. Attualmente, il campo sportivo è nella disponibilità delle società sportive locali, ma le utenze sono intestate al Comune, per un costo totale di, circa, 10.000 euro all’anno. Inoltre, c’è da sostenere anche un costo per la manutenzione. Con la stipulazione della convenzione, i costi saranno ripartiti tra proprietario e gestore. La nostra Giunta si è insediata due anni fa, stabilimmo subito che i gruppi sportivi autorizzati ad utilizzare l’impianto pagassero un corrispettivo da destinare al pagamento del costo di manutenzione, contrariamente a quanto era avvenuto in precedenza. Con l’affidamento della gestione, la situazione migliorerà nell’interesse di tutti».