TRASPORTO PUBBLICO

Bus, «20% delle corse in meno tra Pescara e Francavilla»

Rifondazione analizza l’orario estivo della Gtm

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1662

deposito bus gtm pescara

Deposito Gtm


PESCARA. Rifondazione Comunista confronta le linee e gli orari degli autobus in vigore nell’estate 2013 e quelli in vigore dal 16 giugno scorso.
«E’ il solito gioco delle tre carte», contesta Corrado Di Sante, segretario provinciale PRC Pescara.
«Michele Russo presidente della GTM Spa, ha concentrato tutta la sua attività su un’opera il Filobus, che difficilmente vedrà la luce, un progetto e un mezzo che nascono già vecchi, per giunta in sanatoria. Il mezzo acquistato è già stato sperimentato e abbandono da diverse città in Italia e in Europa. Si continua purtroppo a sperperare denaro pubblico in opere inutili e dispendiose e si tralascia il quotidiano».
L’accorpamento delle linee 1 e 2 ha portato ad un ulteriore riduzione di corse infatti si passa dalle 63 complessive nella direzione Pescara-Francavilla al Mare a 51 nella direzione Francavilla al Mare- Pescara da 65 a 49. Il 20% delle corse in meno.
«Certo si dirà», sottolinea Di Sante, «che sono stati allungati i percorsi visto che la linea 1 si interrompeva al Terminal Bus della Stazione e che ora le corse nella direzione opposta arrivano tutte fino al Foro di Francavilla, ma si dimentica di dire che fino a pochi anni fa sia la linea 1 che la linea 2 partivano da Zanni e terminavano al Foro di Francavilla al Mare. Per la domenica e festivi resta tutto invariato, ovvero rimangono i tagli degli scorsi anni. Le fermate su Via D’Annunzio della linea 1 vengono recuperate con lo spostamento della Linea 6 da Viale Marconi e Via D’Annunzio».

LINEE 3 E 3/, 8 E 38
All’inizio c’erano la linea n.3 e la linea 8 poi le linee furono accoppiate e nacque la linea 38, poi le linee sono state divise nuovamente, oggi nasce il 3/ che percorre il tratto di linea che la linea 8 non compie più in direzione Montesilvano. Nel complesso cresce il numero delle corse su tutte le linee, infatti ci sono 25 corse in più. Montesilvano perde il capolinea della linea 8 davanti al futuro distratto sanitario, ma con la linea 3/ cresce la frequenza degli autobus in passaggio su Via Vestina almeno fino a Via Costa.
«A breve», spiega Di Sante, «sarà attivo il nuovo distretto sanitario su Via G. Di Vittorio, quale autobus dovranno prendere i cittadini per raggiungere il distretto sanitario? Montesilvano è diventata la quarta città d’Abruzzo e quindi crescono gli utenti, la GTM recupera parte delle corse tagliate negli ultimi anni. Sono lontani i tempi in cui sulla linea 38 da Cappelle sul Tavo a Pescara transitava un autobus ogni 10 minuti. Oggi tra orari, linee e capolinea in movimento si rischia di fare confusione, come al solito tocca andare alla fermata ed aspettare il primo autobus utile»

LINEA 2/
Questa estate la linea 2/ sarà un po’ meno “notturna” e recupera le corse mattutine tagliate nella scorsa estate. Il servizio lungo la riviera tra Pescara e Montesilvano si ferma prima della mezzanotte.

LINEA 45
«Ancora meno corse verso Pescara Colli», denuncia Rifondazione. «La linea 4 perde 4 corse, mentre la linea 5 ne perde 7. In totale 11 corse in meno, mentre con la linea “panoramica” 45 vengono recuperate 5 corse, alla fine dei conti il saldo è negativo, tagliate altre 6 corse. E nel frattempo la GTM non è riuscita neppure a dare seguito alla mozione approvata nella scorso consiglio comunale su proposta dal consigliere di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo per l’acquisto di autobus portabici da inserire sulle linee collinari».

LINEA 11
Villa del fuoco è sempre più lontana, sicuramente nei giorni festivi. Infatti nel complesso si riducono le corse: 1 in meno nei giorni feriali e ben 11 in meno nei festivi.

LINEA 16
Appena 2 corse in più per Montesilvano Colle, 1 in partenza da Pescara e l’altra in arrivo a Pescara, «si conferma l’isolamento, nonostante negli ultimi anni sia cresciuto l’edificazione sulla collina e il centro storico abbia una forte concentrazione di popolazione anziana impossibilitata a muoversi».
«Le corse sulle linee 4/, 6, 7, 9, 10, 12, 13, 14, 15 restano invariate: si confermano i tagli degli scorsi anni. Mentre la domenica e i giorni festivi resta davvero complicato muoversi in autobus».