FOTOFINISH

Duna lungomare sud Pescara: affidati i lavori alla ditta

Protesta Pd: «ennesimo inglorioso e volgare tassello»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3860

Duna lungomare sud Pescara: affidati i lavori alla ditta

Come sarà lungomare Pescara sud




PESCARA. E’ stato sottoscritto due giorni fa l’affidamento definitivo dei lavori della ‘duna’ sulla riviera sud, progetto (da 1 milione di euro) contestato dagli ambientalisti ma fortemente voluto dall’amministrazione Mascia.
A marzo scorso, quando la giunta azzurra era pericolosamente in bilico, i consiglieri di opposizione Maurizio Acerbo e Fausto Di Nisio si ‘offrirono’ di non far cadere l’amministrazione prima del tempo a patto che il sindaco non concedesse nuovi incarichi e non chiudesse il caso della duna.
Anzi, più precisamente si chiese proprio di ritirate il progetto. Ma giovedì, a 72 ore dal voto, è stato dato il via libera definitiva alla ditta Cogepri di Guardiagrele che nei mesi scorsi, non senza intoppi, si era aggiudicata l’appalto.

Protestano i consiglieri comunali del Pd, Enzo Del Vecchio e Camillo D’Angelo. Con la delibera dirigenziale Fabrizio Trisi incarica dunque la ditta Cogepri e, al tempo stesso ha incaricato il professionista Mauro Della Penna per le attività di Coordinatore sicurezza in fase di esecuzione e Direttore dei Lavori per l’importo di 42.632 euro perché, si legge nella determina «tra il personale in organico non risultano allo stato attuale figure professionali disposte a svolgere i predetti incarichi».
A Della Penna, ricordano Del Vecchio e D’Angelo, erano stati accordati 37.752 euro per l’attività di Supporto al Rup. «La firma» sulla determina dirigenziale, sottolineano i due esponenti del Partito Democratico, «è quella del solito dirigente a tempo determinato la cui consorte è candidata come consigliere comunale a sostegno di Mascia, e mette un altro inglorioso e volgare tassello al ricordo di questa nefasta amministrazione che non si fa scrupoli di venire meno alla parola data ma soprattutto al lavoro ed alla responsabilità che il nuovo governo cittadino si insedierà tra qualche giorno».