IL DRIBBLING

Asl Teramo. Il caso della delibera fantasma per l’incarico da 200 mila euro

Dopo le domande di Teramo 3.0 e la nostra richiesta di accesso agli atti la Asl di Teramo non pubblica il documento

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

6558

Asl Teramo. Il caso della delibera fantasma per l’incarico da 200 mila euro


TERAMO. Una delibera non poco importante del 2012 stranamente non presente sul sito internet ufficiale dell’Asl Teramano.
 E’ quella che riguarda un affidamento da 188 mila euro per due anni («più sei mesi di proroga tecnica») da parte dell’azienda sanitaria pubblica ad un privato per servizio di organizzazione «di iniziative di formazione, informazione, sensibilizzazione e di empowerment».
PrimaDaNoi.it ha presentato un accesso agli atti alla Asl per chiedere di visionare il documento in questione.
Dopo qualche giorno è arrivata la risposta da parte del responsabile per la Trasparenza. Ci hanno informato che quello che stavamo cercando era stato appena pubblicato sul portale e sono state fornite le indicazioni, passo- passo, per arrivare alla preziosa delibera.
Almeno il nostro intervento era servito a qualcosa…
Seguiamo scrupolosamente  le indicazioni ma la delibera da quasi 200 mila euro non c’è. Troviamo invece uno scarno specchietto su due pagine Pdf (una bianca) ma è evidente che non è quello che avevamo richiesto, ovvero la delibera  con la quale la Asl, guidata all’epoca da Giustino Varrassi, aveva affidato  il servizio alla ditta vincitrice.
Un errore tecnico? Abbiamo evidenziato la cosa alla Asl che evidentemente si è presa ulteriori 30 giorni per rispondere…
Da quella paginetta si scopre comunque che la gara è stata vinta dalla società Emmelle comunicazione Snc, proprietaria anche di un portale di notizie teramane che nei giorni scorsi si è chiesto se l’inchiesta Rimborsopoli, così come affrontata dai media, non sia stata piuttosto una «sputtanopoli».  Forse anche per questo è ritenuta dai più vicina al centrodestra soprattutto teramano.

Solo per citare l’editoriale nei giorni difficili del presidente Chiodi si leggeva: «Uscire fuori tema è però il rischio che corrono i giornalisti quando, non contenti del titolo di per sè già eclatante di un Governatore moralista fino ad oggi non macchiato da inchieste, finito a quattro mesi dalle elezioni nella padella giudiziaria, aggiungono quel 'pepe' sicuro costituito dalla presenza di una donna. Questione di scelte. Editoriali (forse), populiste e poco garantiste (sicuramente)».
Ma questa è tutta un’altra storia. Tornando alla gara e alla delibera ‘fantasma’: cercando sul web il documento si trova per altre vie; lo aveva pubblicato a gennaio il sito dell’associazione Teramo 3.0 che alle prossime comunali sosterrà il candidato Pomante.
Proprio l’associazione aveva posto una serie di interrogativi sull’affidamento (cosa è stato prodotto? Il nuovo manager è al corrente di questo contratto? Come si procederà, alla scadenza, per i prossimi affidamenti? La cifra di 188 mila euro, a cui dev’essere aggiunta l’IVA, non le sembra sufficientemente rilevante per l’esperimento di un bando pubblico?»
Ma cosa stabilisce la delibera che non c’è sul sito dell’Asl? Che la società per due anni dovrà occuparsi dei servizi di organizzazione di iniziative di formazione, informazione, sensibilizzazione e di empowerment della ASL di Teramo.
La gara è stata di tipo a procedura negoziata. E’ stata la Asl ad invitare a novembre del 2011 delle aziende, 6 per la precisione: la contatto Advertising, Scs Sas, Prodeo Snc, Emmelle Comunicazione, Trentatrè edizioni, Smen Srl.
Un mese dopo due le offerte arrivate in azienda, quella di Emmelle e Dmen srl. La prima ha raggiunto il punteggio di 89,1 chiedendo 188 mila euro come prezzo per il servizio e ottenendo 41 punti su 50 per la qualità del progetto. La seconda si è fermata a  62 punti: aveva chiesto 181 mila euro e ha ottenuto appena 12 punti per la qualità.
Tra due mesi formalmente il contratto scadrà poi è prevista una proroga tecnica di sei mesi.
Ci si domanda a che cosa servono le leggi sulla trasparenza se poi il risultato è questo.

ASL TERAMO AFFIDAMENTO AD EMMELLE

ASL TERAMO-EMMELLE: IL DOCUMENTO PUBBLICATO INVECE DELLA DELIBERA