OPERE PUBBLICHE

Pescara. Via Colle Marino, addio ai pozzi neri: arriva la rete fognaria

Investimento di poco inferiore ai 500 mila euro

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1231

Pescara. Via Colle Marino, addio ai pozzi neri: arriva la rete fognaria




PESCARA. Sarà l’Aca a realizzare la prima condotta fognaria che, partendo da via Colle Marino-via Colle di Mezzo, arriverà sino a piazza Romita.
I lavori garantiranno l’allaccio a decine di famiglie che da sempre sono, ancora oggi, nel 2014, a vivere con una fossa Imhoff fuori casa, ossia con pozzi neri per raccogliervi i propri liquami, pur abitando a cinque minuti dal centro cittadino.
E’ quanto stabilito ieri mattina nel corso del vertice della Commissione Lavori pubblici, alla presenza del Direttore tecnico dell’Aca Lorenzo Livello e dei tecnici. Non appena l’Aca avrà approvato anche il Piano Triennale degli investimenti 2014-2016, si conosceranno i tempi della realizzazione, ha spiegato il presidente della Commissione Lavori pubblici Armando Foschi al termine del vertice.
«Il problema – ha chiarito Foschi – è stato sollevato, per la prima volta, nel 2010 dagli stessi residenti che hanno consegnato al Comune una petizione in tal senso, denunciando la presenza di decine di famiglie che, seppur nel terzo millennio, non hanno mai avuto la fortuna di disporre di una rete fognaria, ma hanno dovuto gestire i propri liquami attraverso le famose fosse Imhoff, ovvero dei pozzi neri, che comportano oneri elevatissimi per la loro pulizia e manutenzione costante. Si tratta di una situazione incredibile, oltre che intollerabile: da quella prima segnalazione si è messa a lavoro la macchina amministrativa e tecnica per la verifica del problema, la redazione di un progetto preliminare, definitivo ed esecutivo, un progetto la cui esecuzione spetta, per stretta competenza tecnica, all’Aca e oggi sembra si sia giunti al capolinea, ossia alla vigilia della fase realizzativa». 

In sostanza nel compluvio dei due versanti, tra via Colle Marino e via Colle di Mezzo, esiste un fosso scoperto, della lunghezza di 720 metri, che parte da via Colle Marino e si innesta a valle, nella condotta fognaria di piazza Romita. Attualmente il fosso raccoglie solo acqua sorgiva e piovana, ma, visto l’insediamento di numerose abitazioni a quota inferiore del piano stradale, è probabile che nello stesso fosso arrivi anche qualche scarico privato. Per evitare tale criticità, è stato predisposto il progetto che prevede la realizzazione di una condotta in sostituzione del fosso, del diametro di mille centimetri. Sulla condotta, ogni 50 metri, verranno realizzati dei pozzetti di salto necessari per la raccolta dell’acqua piovana e per interrompere la pendenza in modo da rallentare lo scorrimento dell’acqua. I tempi della realizzazione verranno ufficializzati non appena l’Aca avrà approvato il Piano Triennale delle opere pubbliche, e comunque l’opera prevede un investimento pari a 458mila euro. Per eseguire le opere è stata prevista la costruzione di una pista larga 3 metri, con materiale arido, per permettere ai mezzi di accedere sul terreno instabile; a fine lavoro il materiale verrà rimosso per restituire ai luoghi lo stato iniziale.