VIABILITA'

Riviera Nord Pescara, parte cantiere per nuova pista ciclabile

I lavori costeranno 72 mila euro

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1565

Riviera Nord Pescara, parte cantiere per nuova pista ciclabile





PESCARA. E’ partito il cantiere per la ricostruzione e il rifacimento della pista ciclabile della riviera nord di Pescara, nel primo tratto compreso tra la Madonnina e piazza Primo Maggio, sino alla Nave del Maestro Cascella.
L’intervento è stato aggiudicato all’impresa Fratelli Bucci Snc di Castel Castagna, in provincia di Teramo, per un importo pari a 71mila 973,71 euro, su un prezzo a base d’asta pari a 130mila euro. «L’obiettivo è quello di rendere velocemente l’asse assolutamente fruibile con un percorso riservato completamente a norma», ha spiegato l’assessore Berardino Fiorilli.
I lavori dovranno concludersi infatti entro 45 giorni, dunque entro la prima decade di marzo. L’opera consentirà di realizzare una pista ciclabile a doppio senso di marcia, recuperando uno spazio di 30 centimetri, e senza perdere parcheggi auto sul lato mare della strada, né gli stalli per la sosta delle moto sul lato monte, né tantomeno le pensiline per la fermata degli autobus.

«La pista ciclabile sino a oggi esistente sul lungomare Matteotti, compreso tra la Madonnina e piazza Primo Maggio – ha ricordato l’assessore Fiorilli – è stata realizzata ormai quasi vent’anni fa, ed è stata la prima corsia riservata completamente alle bici su tutta la città, un esperimento tentato dalla prima giunta Pace che si è rivelato assolutamente geniale e fortunato, dimostrando, per la prima volta, come la riviera di Pescara ben si prestasse a una mobilità assolutamente alternativa all’uso delle auto private, incentivando, anzi, l’uso delle due ruote. Con il trascorrere degli anni, però, sono ovviamente cambiate le normative, al fine di rendere sempre più sicure e fruibili le piste riservate alle due ruote, creando separazioni sempre più nette con le carreggiate stradali e anzi privilegiando le aree pedonali e ciclabili rispetto alle quattro ruote».
Sostanzialmente per l’adeguamento della pista ciclabile esistente si procederà con l’allargamento del marciapiede lato mare esistente sul lungomare Matteotti e quindi con il restringimento della carreggiata stradale per una lunghezza di 1.100 metri lineari: la carreggiata stradale verrà ridotta per una larghezza di 30 centimetri in favore del marciapiede, dove verrà collocata la pista ciclabile a due corsie di marcia. I lavori comporteranno la demolizione dell’attuale cordolo in travertino per permettere l’allargamento della sede del marciapiede, quindi il rifacimento dei tratti in tappetino d’asfalto, la creazione di piazzole degli autobus con il conseguente spostamento di circa 2metri lato monte delle pensiline attualmente esistenti e la tinteggiatura della pista ciclabile, proprio per diversificarla e distinguerla dal marciapiede pedonale, com’è già accaduto a nord e a sud. Il nuovo assetto della riviera, partendo dal marciapiede lato monte, sarà costituito da un parcheggio per i motocicli con una sezione variabile sino a un massimo di 1 metro; la carreggiata stradale larga 2,75 metri; la carreggiata stradale per gli autobus larga 3,50 metri; e il parcheggio per i veicoli in linea largo 1,80 metri. «Già predisposto anche l’abbattimento delle barriere architettoniche – ha aggiunto l’assessore Fiorilli -, ovvero l’allargamento dei marciapiedi sarà realizzato in piano in modo da consentirne la fruizione anche alle persone costrette in carrozzella e sono previsti attraversamenti pedonali provvisti di scivoli di invito idonei al superamento del dislivello del marciapiede anche attraverso carrozzelle o da persone disabili». Il progetto è già stato approvato anche dalla Sovrintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici per l’Abruzzo e lo scorso luglio è arrivata l’aggiudicazione del cantiere.