FESTIVAL DELLE CONTRADDIZIONI

Pescara, «l’auto nuova è per il sindaco». Ma Mascia smentisce

Del Vecchio: «sindaco vincitore del premio sparaballe»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2262

Pescara, «l’auto nuova è per il sindaco». Ma Mascia smentisce

L'auto dei vigili



PESCARA. Nel giro di pochi giorni va in scena il secondo scontro a distanza tra il sindaco di Pescara, Luigi Albore Mascia, e il capo dei Vigili, Carlo Maggitti.
Non solo sul corso di formazione al quale dovrebbe partecipare Maggitti i due hanno fatto ricostruzioni diverse ma adesso anche il caso del nuovo crossover Fiat Freemont da 25 mila euro contrappone il vertice del Comune e il comandante della municipale.
La nuova auto, come denunciato dal consigliere di opposizione Antonio Blasioli (Pd) è parcheggiata al comando dei vigili, è dotata di lampeggiante e sul cruscotto è ben in vista una paletta dei vigili urbani. Chi la usa? Chi l’ha pagata? A cosa serve?
Maggitti spiega al Messaggero che la vettura risulta in dotazione alla Polizia municipale perché dispone del lampeggiante «ma è in uso al sindaco Mascia ed è guidata dai vigili che gli fanno da scorta, i soli ad averne le chiavi».
Ma il primo cittadino smentisce: «l’ho usata una sola volta per andare a Firenze, anche perché l’Audi di cui dispongo ha 380mila chilometri e non è troppo affidabile. La Freemont è stata acquistata tramite il Consip, è utilizzata anche per sopralluoghi delle commissioni, dunque non vedo illegittimità».

Enzo Del Vecchio, consigliere comunale del Pd parla di «tripudio di grave irresponsabilità» e definisce Maggitti e Mascia «due galletti di pollaio» che «si scambiano reciproche accuse che equivalgono ad eloquente ammissione, dell’uno o dell’altro, di dichiarazioni o attestazioni di falso.
E, nel ginepraio della trasparenza targata masciana accade così che da un fatto ne scaturisca un altro e come il detto delle ciliege una balla ne tira un’altra. L’ultima in ordine di tempo il Sindaco l’ha strappata quando afferma che il nuovo gioiello del parco macchine del Comando Vigili è stata utilizzata una sola volta dallo stesso Sindaco ma anche per effettuare sopralluoghi da parte delle Commissioni consiliari. E’ indubbio a questo punto che il premio “sparaballe” ha un unico ed incontestabile vincitore: il sindaco Mascia. Non riusciamo a comprendere da dove il Sindaco tragga tutta questa straordinaria energia nel raccontare avvenimenti mai accaduti o per comunicare ai suoi concittadini le tante realizzazioni con il timbro di berlusconiana memoria “Fatto” ma dei cui effetti catastrofici i pescaresi conserveranno buona memoria».