FONDI PUBBLICI

Teramo. Edilizia scolastica: 6 milioni di euro in arrivo. Ecco a cosa serviranno

I fondi arrivano da tre programmi di finanziamento diversi

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1545

EDILIZIA IMPALCATURA

TERAMO. «Dopo circa un decennio, in mezzo il sisma del 2009, arrivano oltre 6 milioni di euro da investire nell’edilizia scolastica».
Lo annunci la Provincia di Teramo che nei giorni scorsi ha visti ufficializzati i finanziamenti per lavori urgenti di messa a norma delle strutture scolastiche. Finanziamenti che arrivano anche da un bando Regionale che ha scatenato però qualche polemica per la generosità delle cifre piovute sulla provincia a fronte di zero euro alla provincia de L’Aquila.
A Teramo però potranno beneficiare dei soldi del “Decreto del fare”; del secondo programma Stralcio per la prevenzione del rischio e dal Piano scuole d’Abruzzo. Fondi nazionali e regionali, prioritariamente riservati alla riparazione dei danni e alla messa in sicurezza degli istituti scolastici superiori.
 La Provincia, dal canto suo, sta spendendo 300 mila euro di fondi propri di bilancio per la manutenzione ordinaria e altri 200 mila euro di fondi provenienti dal Patto dei sindaci, utilizzati questi ultimi per interventi di efficienza energetica.
«Un piccolo miracolo, frutto di un certosino lavoro sulla programmazione e sulla progettazione, che certo non risolverà tutti i problemi che ci trasciniamo visto che per oltre un decennio non c’è stato uno stanziamento del Governo per l’edilizia scolastica, ma che ci permette di affrontare le situazioni più difficili. Ci sono scuole dove non intervenivamo da anni» ha spiegato questa mattina l’assessore all’edilizia scolastica, Ezio Vannucci che ha aggiunto: «Un ringraziamento va alla struttura tecnica e amministrativa dell’ente per aver svolto un lavoro egregio in tempi rapidi ed essere riusciti a presentare progetti che sono stati valutati positivamente».
Particolare soddisfazione per il “piazzamento” dell’Istituto Alberghiero Di Poppa, che, grazie al formidabile incremento del numero di iscritti, con il Decreto “Del fare” porta a casa oltre 1 milione di euro di finanziamento e che con questa somma potrà finalmente l’annoso e diffuso problema delle infiltrazioni con il rifacimento del tetto.
 
 1) L. 09/08/2013 n.98 “decreto del fare”
 La Regione Abruzzo ha approvato la graduatoria per l’assegnazione dei finanziamenti per interventi nelle scuole così come previsti dal cosiddetto Decreto del Fare.
I criteri sui è stata stilata la graduatoria sono sotanzialmente due:
-          tipologia di intervento ovvero la messa in sicurezza e, subordinatamente, la manutenzione straordinaria o ordinaria
-          numero di alunni   ospitati presso l’edificio scolastico oggetto dell’intervento
-          a parità delle altre condizioni, il numero di abitanti del comune di ubicazione dell’edificio
 Gli istituti per i quali è stata presentata domanda di finanziamento sono :
1)      Alberghiero “Di Poppa” – Teramo (779 alunni)
2)      Istituto Professionale di stato per l’Artigianato e l’agricoltura IPSAA  (252 alunni).
Tutti e due gli interventi sono stati ammessi a graduatoria ma essendo disponibile un importo complessivo  di 4.000.000 di euro per l’intero Abruzzo , per il momento, solo uno è stato ammesso a finanziamento per un importo pari ad 1.050.000 euro.
 
La somma sarà destinata  all’Istituto alberghiero Di Poppa per il ripristino dell’impermeabilizzazione del manto di copertura; il risanamento dalle infiltrazioni provenienti dalla copertura ammalorata di tetto e cornicioni
 
2)– Delibera CIPE N. 06/2012
 “Secondo Stralcio del programma straordinario di interventi urgenti finalizzati alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi anche non strutturali negli edifici scolastici”
Il Programma nazionale ha come obiettivo la rimozione immediata delle situazioni di rischio con particolare riferimento agli elementi non strutturali.
La Provincia di Teramo è risultato essere Ente beneficiario di 2 finanziamenti: Roseto degli Abruzzi, Liceo Classico Saffo 200.000 euro; Liceo Classico “M. Delfico” 250.000 euro.
La Provincia ha già sottoscritto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca una apposita convenzione redatta sulla base dello schema contenuto nella delibera CIPE n.6/ 2012. Detta convenzione, previa registrazione e visto della Corte dei Conti, regolerà i successivi impegni delle Amministrazioni sottoscrittrici.
 
3)      Decreto DCR N.89/2011- “Piano Scuole d’Abruzzo- Il futuro in sicurezza”
Il Consiglio Regionale nel 2011 ha disposto per la Provincia uno stanziamento di 5.168.360 da destinare alle scuole danneggiate dal sisma. Solo nel mese di giugno però l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione- USRC, preposto alla gestione di tale programma di finanziamento, ha  dato seguito  all’iter istruttorio. La Provincia, inizialmente aveva previsto 19 interventi in altrettanti istituti, ma per la realizzazione dell’intero Piano sarebbe stato necessario un cofinanziamento di bilancio di circa 4 milioni di euro: somma della quale la Provincia non dispone.
 
Quindi, sulla base delle priorità accertate, l’ente ha chiesto la rimodulazione della proposta iniziale chiedendo di utilizzare il solo finanziamento regionale su 9 istituti:
 
ITC “V. Comi” Teramo 1.665.000; IPSIA “E. Marino” Teramo, 474.560; ITCP “B. Pascal” Teramo 145.000; IPSIA “Pagliaccetti” Giulianova, 235.000;
ITC “C. Rosa” – Edificio palestra Nereto152.000; ITC “C. Rosa” Nereto, 946.800,0
Liceo Classico “M. Delfico” Teramo 1.000.000; Liceo Scientifico “A. Einstein”Teramo, 150.000