SI "TAGLIA"

Montesilvano, il Comune investe… in panini con la porchetta

Spesa di 1750 euro per 700 panini

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3817

Montesilvano, il Comune investe… in panini con la porchetta



MONTESILVANO. Il Comune di Montesilvano in tempo di tagli ha deciso di… affettare un po’ di porchetta.
Un bel po’ di porchetta, tanto quanto basta per farcire 700 panini che l’amministrazione comunale ha offerto l’estate scorsa in occasione del sesto ‘Torneo dei Quartieri’ di calcio a 11 organizzato al campo sportivo Speziale di Via Foscolo dall'1 al 13 luglio.
Nei giorni scorsi il dirigente Alfonso Melchiorre del settore amministrativo ha liquidato la fattura in favore della ditta Genobile che si è occupata del catering dell’evento e ha dovuto procedere alla integrazione dell'impegno iniziale 1.500 euro con l'ulteriore somma di 255,60 sullo stesso capitolo di spesa (Bilancio 2013 in corso di formazione).
Per «mero errore materiale di calcolo», si legge sul documento, l'impegno di spesa in favore della ditta era stato ridotto ma si conferma che ogni panino costa 2,28 cadauno al quale poi si deve aggiungere l’Iva.
«Finalmente il primo atto di sostegno sociale dell'amministrazione Di Mattia», commenta ironico l’ex assessore Anthony Aliano che ha scovato il documento. «Solo che per mera confusione», va avanti Aliano, «si prestava l'intervento in favore di amici, parenti, calciatori ed ex calciatori che, nella fase conclusiva del torneo, hanno rimpinzato le loro pance, in barba alle persone bisognose che, affamate, debilitate e senza tetto, attendono sostegno anche solo per fare la spesa».
L’ex assessore contesta il fatto fino a qualche giorno fa l’amministrazione ha continuato a ribadire che non ci siano risorse disponibili in cassa, «anche per qualche centinaio di euro da elargire in favore delle famiglie senza tetto».
«Avevo provveduto a portare in giunta la delibera sul supermercato solidale», ricorda Aliano. «Ci dicano dove è andata a finire? Non vorranno mica farci credere che non vi sono più le risorse se poi per squallide feste di quartiere i fondi si trovano. A tutto c'è un limite, direi che sarebbe il caso di cominciare a vergognarsi. Siamo alla frutta, il panino (con la porchetta) è già stato servito».

OGGI TORNA IL SINDACO
Intanto proprio oggi il sindaco Attilio Di Mattia torna in Comune dopo un'assenza di alcune settimane dovuta a motivazioni professionali che lo hanno costretto anche a trascorrere alcuni giorni all'estero, fatto che ha generato un'accesa polemica, con le opposizioni che sono arrivate a chiederne le dimissioni. In queste ore Di Mattia sta incontrando assessori e consiglieri del Pd, nel pomeriggio prenderà parte al Consiglio comunale; all'ordine del giorno anche l'iniziativa "Montesilvano Comune derazzistizzato". Nelle scorse settimane il sindaco aveva comunicato al presidente del Consiglio comunale, in base alle disposizioni del Tuel, la sua assenza, con circa 25 giorni da trascorrere all'estero nell'arco di tre mesi, per motivi lavorativi e professionali.