ATTESE

Pineto, messa in sicurezza del Calvano: «a novembre cominciano i lavori»

Cittadini esasperati e preoccupati»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1372

Pineto, messa in sicurezza del Calvano: «a novembre cominciano i lavori»

PINETO. Dove sono finite le promesse?
«Nel corso dell’incontro pubblico che si tenne a Borgo Santa Maria lo scorso 1 giugno ci fu assicurato che i lavori di messa in sicurezza del Calvano si sarebbero conclusi entro il mese di settembre. Perché a distanza di oltre 4 mesi l’assessore non torna a Borgo Santa Maria per vedere in quali condizioni versa il torrente?»
E’ quanto alcuni residenti del popoloso quartiere pinetese, tra i quali le circa 40 famiglie che risiedono in Via Cavour da sempre maggiormente colpite in caso di esondazione, chiedono all’assessore provinciale competente Elicio Romandini.
Dallo scorso primo giugno sono trascorsi infatti oltre 4 mesi, più di 120 giorni, nel corso dei quali non molto è stato fatto degli annunciati lavori di messa in sicurezza del torrente. Basti pensare che il tanto discusso monolite, che dovrebbe essere inserito all’interno del ponte che attraversa la Sp 28, giace da mesi ormai nell’alveo del Calvano e che in caso di un’improvvisa piena del torrente non farebbe altro che aggravare una situazione di per se già preoccupante.
«Sarebbe possibile sapere una volta per tutte - concludono i residenti - se e quando i lavori di messa in sicurezza del torrente Calvano verranno conclusi? Non si vorrà mica attendere una nuova esondazione?»
Proprio ieri la Provincia ha annunciato che è caduto l’ultimo ostacolo che impediva la conclusione dei lavori per la messa in sicurezza sul Calvano «ed è arrivata direttamente dal Ministero delle Infrastrutture il via libera alla sistemazione di un monolite».
«Abbiamo contattato la ditta specializzata, in Italia sono pochissime le aziende che sono in grado di effettuare questo tipo di interventi», ha spiegato l’assessore Romandini, «e abbiamo un accordo per la prima settimana di novembre quando per tre giorni dovremo interrompere la viabilità per inserire il monolite al di sotto del livello stradale. Una tecnica che consente di ridurre al minimo il disagio per i cittadini. Noi eravamo pronti a iniziare i lavori già il 4 novembre ma su richiesta del Comune di Pineto, che ci ha chiesto di lavorare durante il fine settimana quando il traffico è meno intenso, abbiamo accettato di cominciare il 7».