OPERE E PROTESTE

Avezzano, riqualificazione Fontana piazza Risorgimento, l’ira degli architetti: «procedura nebulosa»

«Troppi dubbi il Comune chiarisca»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

7633

Avezzano, riqualificazione Fontana piazza Risorgimento, l’ira degli architetti: «procedura nebulosa»




AVEZZANO. La sezione Federarchitetti della Provincia dell’Aquila – Sede in Avezzano, esprime forti perplessità per le modalità con cui l’Amministrazione di Avezzano ha promosso e proposto il Concorso di idee relative alla riqualificazione della Fontana di Piazza Risorgimento e delle “aree adiacenti”.
«Non risulta siano stati in alcun modo interessati gli Ordini Professionali tecnici della Provincia dell’Aquila», protestano gli architetti, «non risulta chiaro se il “concorso di idee” sia in realtà finalizzato all’affidamento di un incarico di progettazione. Non è chiaro inoltre se lo stesso incarico riguardi solo una parte di Piazza Risorgimento o un’area non definita e ben più estesa».
I professionisti fanno notare che nel comunicato stampa partito da Palazzo di Città si parla di finanziare gli interventi con una somma di 800.000 € già versata dalla Fondazione Carispaq.
«Allora», domandano, « perché 600.000 € per la ristrutturazione del Villino Cimarosa precedentemente resi disponibili dalla Fondazione Carispaq, risultano inspiegabilmente abbandonati dal Comune di Avezzano, mentre l’Amministrazione di Avezzano si è preoccupata di avere gli 800.000 € dalla Fondazione Carispaq per il “concorso di idee”? Perché un importante “concorso di idee” sulla riqualificazione del centro di Avezzano, dopo tanti anni di attesa, deve essere definito in un lasso di tempo così breve, tanto da pregiudicare una più ampia e qualificata partecipazione?»
Dubbi vengono avanzati anche sulla formazione della Commissione giudicatrice, nella quale è designato Presidente un esperto in arte sacra: «si pensa forse di realizzare in luogo dell’attuale fontana una gigantesca fonte battesimale?», domandano gli architetti.
In commissione risulta anche un esperto in arti visive, quale possibile alternativa al docente universitario di progettazione architettonica ed urbana: «si farà nell’ambito del concorso di idee anche una mostra di pittura o di fotografia?»