SANITA'

Abruzzo/ Controlli a tappetto sui furbetti dell’esenzione ticket

Nell’Aquilano verifica sulle autocertificazioni degli utenti

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2179

Giancarlo Silveri

Giancarlo Silveri




L’AQUILA. Giro di vite sulle autocertificazioni degli aquilani.
Sull’esenzione ticket per reddito la Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila ha fatto scattare i controlli a tappeto sull’autenticità delle autodichiarazioni fatte dagli utenti.
I documenti firmati dai cittadini sono veritieri? Qualcuno ha ‘barato’ accollandosi il rischio di firmare una autocertificazione falsa? In questo caso è stato commesso un reato e chi ha avuto benefici (non pagando medicinali o prestazioni) sarà chiamato a saldare il conto. I risultati probabilmente si conosceranno solo tra qualche mese.
Intanto su tutto il proprio territorio l’Azienda sanitaria ha avviato accurate verifiche per accertare se vi siano stati benefici non dovuti a causa di dati non veritieri inseriti dagli utenti nell’autodichiarazione. Un’operazione ‘setaccio’ con cui la Asl sta passando sotto la ‘lente d’ingrandimento’ il contenuto delle affermazioni sottoscritte da ciascun utente per beneficiare dell’esenzione ticket in merito a visite, esami e altre prestazioni.


«La macchina delle verifiche», dichiara la Direzione Asl, «si è messa in moto al fine di accertare la correttezza di quanto riportato nelle attestazioni firmate dai beneficiari»
«In caso di dichiarazioni mendaci da parte degli interessati, tali da non giustificare la fruizione delle agevolazioni, la Asl avvierà immediatamente, contro gli eventuali responsabili azioni per la restituzione delle somme non pagate».
«Inoltre», conclude la Direzione Asl, «i nomi di chi ha tratto improprio vantaggio dalle prestazioni sanitarie erogate da questa Azienda verranno tempestivamente comunicati all’autorità giudiziaria»