OPERE PUBBLICHE

Chiuso l’iter autorizzativo per la realizzazione dello svincolo della Gammarana

Lavori potrebbero iniziare in estate

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

971

Chiuso l’iter autorizzativo per la realizzazione dello svincolo della Gammarana


TERAMO. Giovedì scorso si è chiuso l’iter autorizzativo per la realizzazione dello svincolo della Gammarana.
L’esito è giunto al termine della Conferenza dei Servizi, già convocata altre volte in precedenza. Sono state necessarie, infatti, cinque riunioni per raggiungere un accordo condiviso tra l’amministrazione comunale e gli enti interessati, in particolare la Svca del Ministero delle Infrastrutture, l’Anas, la Strada dei Parchi.
La soluzione raggiunta prevede la gestione da parte dell’Anas della rotonda che collegherà il Lotto Zero con l’Autostrada, e quella del Comune per la rampa di collegamento con l’Autostrada, in direzione L’Aquila-Roma.

Il prossimo passaggio dell’iter sarà l’approvazione del progetto definitivo in Consiglio Comunale, presumibilmente già entro la fine del mese in corso o nei primi giorni del prossimo; da lì si ripartirà con le procedure per gli espropri. Questo significa che, salvo imprevisti, i lavori potrebbero cominciare già durante la prossima estate, visto che la procedura di appalto e l’iter a questa connesso, è stata conclusa.

La realizzazione dello svincolo è in stretta associazione con la riqualificazione dell’intero quartiere della Gammarana. In questo quadro si inseriscono gli altri programmi già in corso di valutazione, quali l’arretramento della Stazione ferroviaria, la riqualificazione dell’area del Consorzio Industriale nell’ex Villeroy&Boch, la pista ciclabile protetta che si svilupperà lungo tutto il quartiere.
«Abbiamo sempre ritenuto quello dello svincolo della Gammarana come uno dei punti importanti per definire il discorso della viabilità, sul quale l’amministrazione ha puntato sin dall’insediamento», ha commentato il sindaco Maurizio Brucchi. «Siamo ora riusciti a superare anche le difficoltà sorte a questo proposito e ancora una volta registriamo un progresso nella progettualità e nella realizzazione di Opere».
L’assessore ai Programmi urbanistici strategici complessi per lo sviluppo della città, Giacomo Agostinelli, dal canto suo auspica «che questi passaggi possano trovare concretezza in brevissimo tempo per dare finalmente a un’ampia zona della città, la riqualificazione che merita da troppo tempo».