IL FATTO

Comune Pianella: chiesto pignoramento per due auto, un trattore e un tavolo con poltrone

L’ente non ha pagato un ingegnere

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4165

Comune Pianella: chiesto pignoramento per due auto, un trattore e un tavolo con poltrone




PIANELLA. Il 16 gennaio scorso è arrivato un pignoramento su alcuni beni Comunali.
Un’Alfa Romeo 156, una Fiat Punto, un trattore Landini e un tavolo di cristallo ovale con 4 poltroncine, che si trovano nell’ufficio del segretario.
La richiesta arriva dal Tribunale di Pescara, distaccata di Penne, è firmata dall’avvocato Grumelli, per conto dell’ingegner Riccardo Breda, che da due anni deva ricevere 12.000 dal Comune di Pianella, per lavori eseguiti. Così se il Comune non paga si arriva addirittura al pignoramento di beni. A farne le spese tre mezzi e un tavolo con tanto di poltroncine.
«Negli ultimi mesi», racconta Gianni Filippone, consigliere comunale di Rinasce Pianella, «sono arrivati in Comune decine e decine di ingiunzioni di pagamento, da parte di ditte e tecnici che chiedono di essere pagati per lavori eseguiti (Debiti fuori Bilancio, Transazioni, Decreti ingiuntivi), la Giunta Comunale per tutte queste azioni è stata costretta a pagare le spese ai ricorrenti, indebitando ulteriormente l’ente, somme che potevano essere sicuramente evitate».
Ma Filippone contesta anche un’altra scelta dell’amministrazione comunale, ovvero quella presa a seguito dell’assenza, per problemi di salute, dell’autista dello scuolabus. «Il sindaco invece di sostituire il solo autista ad un costo orario di 21,35 euro (2,5 ore = 53,4 euro al giorno) ha scelto di noleggiare uno scuolabus con autista a 120 euro al giorno (2,5 ore). La spesa risulta più del doppio e considerando che si prevede una assenza del dipendente di circa 45 giorni, la maggiore spesa è di 3.000. Ma come è possibile spendere i nostri soldi in questo modo?»