COMMERCIO

Francavilla. Confcommercio incontra il sindaco, «grandi progetti per il futuro»

«Nuovo assetto per piazza Sirena»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1867

francavilla
FRANCAVILLA AL MARE. Confcommercio ha incontrato il sindaco di Francavilla Antonio Luciani.

Hanno partecipato per Confcommercio, il presidente provinciale Angelo Allegrino, quello di delegazione Antonio Del Ciotto nonché Michele D'Andrea e Anila Hanxhari responsabili di zona.
L'incontro fa seguito ad alcune recenti riunioni, indette dall'associazione di categoria con i commercianti cittadini.
Confcommercio ha fatto rilevare la necessità di tenere sempre alta l'attenzione nelle scelte strategiche del Comune verso i settori produttivi rappresentati (commercio, turismo e servizi).
Il sindaco ha manifestato l'intenzione di continuare ad adoperarsi in ogni modo per le categorie commerciali e turistiche cittadine.
«La situazione economica attuale del Comune non è delle più floride, basti pensare ai debiti, accumulati negli anni passati, presumibilmente pari a 10 milioni di euro», dicono dall’associazione. «Ciononostante il sindaco ha annunciato grandi novità per Francavilla, prima tra tutte la riqualificazione dell'arredo urbano e dei marciapiedi di viale Nettuno e un nuovo assetto di piazza Sirena, attraverso alcune azioni mirate come l'abbattimento di parte del Palazzo Sirena. Sarà potenziata, nel giro di un anno, tutta l'illuminazione pubblica di Francavilla, così come è allo studio anche un progetto pubblico di videosorveglianza con lo scopo di scoraggiare gli episodi criminosi accaduti di recente e i clienti delle prostitute in alcune strade cittadine.
E' stata poi dimostrata dal sindaco piena contezza delle problematiche dei commercianti del Foro, con impegno di contribuire a risolvere. Così come sono allo studio alcune riduzioni fiscali per gli alberghi e per i commercianti».
Confcommercio , dal canto suo, ha assicurato piena disponibilità ad una proficua collaborazione tra gli enti per un vero rilancio dell'economia, annunciando di continuare a monitorare la situazione commerciale e turistica di Francavilla, almeno ogni 4 mesi. Ciò per verificare la concreta attuazione delle soluzione proposte dall'amministrazione ed accertare ulteriori eventuali bisogni delle categoria.

TUTTE LE PERPLESSITA’ DEI COMMERCIANTI

ISOLA PEDONALE (viale Nettuno):
Da un sondaggio effettuato lo scorso febbraio è emerso che l'80 per cento dei commercianti sono contrari all'isola pedonale . Sono, in parte, favorevoli i titolari di pubblici esercizi e comunque solo nei festivi e a tarda sera. Tutti sono convinti che un 'isola pedonale può andare bene in estate e durante gli eventi a patto che sia arredata adeguatamente, con panchine, giochi, verde, parcheggi funzionali.

VIALE ALCIONE
Illuminazione scarsa, mancano addirittura i ricambi delle lampadine non funzionanti, ad esempio nei pressi della rotonda posta vicino Hotel Diamante, sono due anni che si attende la riparazione dei pali e delle lampadine a seguito di un incidente stradale.
Sulla zona nord di viale Alcione, è stata segnalata la presenza di prostitute che operano quasi davanti alle porte delle strutture.
Immondizia, tanti condomini buttano rifiuti vicinissimo alle attività. Addirittura vicino alla profumeria.
Rumori alla mattina presto in prossimità degli alberghi provenienti dalla macchina per la raccolta delle foglie.

PIAZZA SANT’ALFONSO
Isola pedonale, solo per eventi e serate. Giardini pubblici non curati.

PROBLEMATICHE VIA NAZIONALE E FORO
Sicurezza, necessità di una tenenza dei carabinieri e di videosorveglianza. I commercianti hanno paura visti gli ultimi episodi criminosi.
Pochissimi parcheggi. Nella legalità e nel pieno rispetto delle regole si chiede maggiore comprensione della Polizia Municipale perchè tanti clienti hanno il terrore delle multe.
Scarsa illuminazione delle strade.
La Cosvega lavora abbastanza bene. Con le abbondanti piogge, però, riaffiora l'annoso problema delle fognature, occorre una più attenta manutenzione ordinaria. Le strade sono maleodoranti.
La variante , seppure ha snellito il flusso del traffico pesante , ha portato via anche tanto passaggio veicolare e quindi una fetta importante di potenziale clientela.
All'uscita della variante, nei pressi del forno, mancano parcheggi. I residenti sono disposti anche a provvedere alla realizzazione dei medesimi a loro spese.

PROBLEMATICHE COMUNI AI COMMERCIANTI DI FRANCAVILLA
«Tassazione troppo elevata. Tarsu e Imu alle stelle. Gli imprenditori debbono fare mutui per pagare le tasse, un piccolo albergo paga tra tarsu e Imu 17.000 euro l'anno. Occorrono urgentemente alcune detassazioni e detrazioni. Addirittura per lavori sulle facciate esterne degli immobili commerciali di pochi mesi per le le impalcature, si è pagato TOSAP per seimila euro (1,50 euro al metro quadro) . Invero, occorrerebbe incentivare tali lavori perché il ripristino delle facciate originali di edifici storici di Francavilla, porta prestigio non solo al locale commerciale all'albergo, ma anche e soprattutto alla città. Sarebbe poi opportuno che il Comune si dotasse di un “piano colore” , incentivando, come detto , i proprietari degli edifici storici quanto meno a ridipingere e riqualificare gli esterni degli immobili. Oppure il Comune emani un'ordinanza che imponga ai proprietari di strutture fatiscenti un ripristino del decoro architettonico».
Problema affissioni. «C'è confusione sulle tariffe, sui tempi di uscita dei manifesti e sulla competenza tra le affissioni in carico al Comune e quelle in capo ad Acerra. Stop ai circoli privati che si comportano come veri e propri bar e ristoranti».