ARRESTI

Furti in appartamenti nel Pescarese, in manette due rom

I due colpi messi a segno ad agosto

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

952

Furti in appartamenti nel Pescarese, in manette due rom
PENNE. Due pregiudicati di etnia rom sono stati arrestati martedì con l’accusa di aver commesso dei furti in alcune abitazioni.

Ieri mattina i carabinieri di Penne, in collaborazione con i colleghi di Pescara, e con il supporto di unità cinofile dei carabinieri di Chieti, hanno dato esecuzione, a due ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari emesse dal gip Gianluca Sarandrea su richiesta del sostituto procuratore Gennaro Varone.
Gli arresti sono scattati per Ferdinando Bevilacqua, 42 anni e Claudio Spinelli, 40 anni. I due, secondo quanto emerso dalle indagini sarebbero responsabili di due furti in abitazione, il primo ai danni di un 50enne di Civitaquana, il secondo ai danni di una 86enne di Elice.
In occasione del reato consumato ai danni del 50enne di Civitaquana i due, probabilmente con il supporto di una terza persona, sono stati sorpresi dal figlio della persona offesa mentre si allontanavano con un astuto
stratagemma dall’abitazione, ovvero simulando un inconveniente alla loro automobile, distraendo il giovane.
L’uomo, solamente in un secondo momento, quando il genitore è rientrato in casa, si è accorto dell’avvenuta sottrazione di monili in oro per un valore di circa 1.500 euro.
L’anziana donna è stata invece raggirata dai due spacciatisi per impiegati dell’Enel, stratagemma grazie al quale sono riusciti ad avere accesso nell’abitazione della malcapitata e ad appropriarsi di monili in oro e denaro contante per un valore complessivo di circa 3.000 euro.
I due arrestati sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni di Pescara.