IL FATTO

Pescara, terzo furto alla mensa scolastica

Finalmente arrivano le grate alle finestre

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1195

Pescara, terzo furto alla mensa scolastica
PESCARA. Il primo colpo era stato messo a segno il 16 ottobre scorso nel Centro Cottura del Comune di Pescara situato all’interno della scuola media ‘Carducci’, in via Fonte Romana.

Bottino da 1.500 euro tra forme di parmigiano, bottiglie d’olio d’oliva e di pomodori pelati.
Il secondo colpo solo dieci giorni più tardi: i ladri si sono portati via 70 litri di olio extravergine d’oliva in lattine, 10 bottiglie di vetro d’olio sempre extravergine, 5 chili di prosciutto crudo, 6 chili di prosciutto cotto, 20 chili di parmigiano reggiano, 60 barattoli di omogeneizzati, 60 cartoni di succhi di frutta e 4 confezioni di pane per celiaci, per un valore complessivo di 844 euro.
Due notti fa si è registrato un terzo furto e così il Comune ha deciso di intervenire: «dobbiamo blindare le finestre del primo piano, che di fatto sono il punto debole della scuola», ha detto l’assessore Roberto Renzetti.
Finestre che per tre volte di seguito sono state puntualmente forzate consentendo l’ingresso nella scuola di ignoti che hanno depredato la dispensa dell’istituto.
L’ufficio tecnico comunale ha già predisposto l’acquisto delle grate che entro qualche giorno verranno sistemate. Nel frattempo sono stati attivati due fari che illuminano a giorno la scuola nelle ore notturne, predisponendo anche il passaggio continuo nei pressi della struttura delle Forze dell’Ordine per garantirne la vigilanza sino a quando non saranno operativi i nuovi sistemi antintrusione.

IL TERZO FURTO
«L’ultimo furto – ha spiegato l’assessore Renzetti – ancora una volta è accaduto nel cuore della notte, tra lunedì e martedì: secondo una possibile ricostruzione effettuata dagli investigatori, i ladri hanno di nuovo scavalcato la recinzione esterna della scuola, sufficientemente bassa, e soprattutto agevole da bypassare per la presenza di un muretto in cemento. Quindi, arrivati all’interno del cortile, hanno forzato una delle finestre e, penetrati nella scuola, si sono diretti subito verso la dispensa».
Questa volta si sono portati via 30 litri d’olio, 3 taniche di detersivo per la lavastoviglie e una grattugia elettrica per il parmigiano, per un valore complessivo pari a 200 euro di merce.
«Fortunatamente», sottolinea l’assessore, «dopo il secondo colpo, abbiamo deciso di non trasportare nella dispensa della media Carducci le nuove scorte appena acquistate, quindi il bottino è stato magro».