IL FATTO

Bomba carta in bus su A24, due studenti denunciati

Nessun viaggiatore ferito, solo danni

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2058

BUS INTERNO
L'AQUILA. Paura ieri pomeriggio su un pullman dell'Arpa, in transito lungo l'A24.

Poco prima delle 14 una bomba carta è stata fatta esplodere da due studenti di 15 anni all’interno del pullman L’Aquila-Avezzano che parte da Collemaggio alle 13.45. Il viaggio, però, è stato più movimentato del previsto e solo il caso ha voluto che non si registrassero feriti.
Nessun viaggiatore, infatti, ha subito conseguenze. I responsabili, due studenti marsicani che stavano tornato a casa dopo la scuola, saranno denunciati sia per danni che per interruzione di pubblico servizio e attentato alla sicurezza dei trasporti.
Quando il mezzo era in moto ormai da dieci minuti all'improvviso i circa 70 passeggeri hanno udito una fortissima deflagrazione che ha provocato un fumo molto denso e odore di bruciato. Tanto spavento per loro che sono immediatamente scesi dal mezzo. All’inizio si era pensato ad un guasto meccanico ma così non era. I due ragazzini hanno atteso che il pullman entrasse sotto la galleria San Rocco, lunga oltre quattro chilometri, per far scoppiare la bomba carta, forse per accrescere ulteriormente il pericolo o semplicemente per poter agire al buio senza essere notati. Il mezzo è stato costretto alla sosta ed è stato raggiunto da un'auto della Polstrada di Avezzano e da altri pullman dell'azienda regionale di trasporto che hanno accolto i passeggeri, portandoli nel capoluogo. Alcune migliaia di euro la stima dei danni, tra sedili sfondati e bocchette dell'aria condizionata rotte.