RIFIUTI

Porta a porta, «servizio da migliorare»

Giro di vite del Comune

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

976

Porta a porta, «servizio da migliorare»
AVEZZANO.     Comune critico sulla raccolta differenziata porta a porta: la VI commissione presieduta da Crescenzo Presutti (Lista Per Avezzano), dopo un'attenta analisi del capitolato d'appalto che regola il servizio, chiede un “cambio di rotta” alla Tekneko, controlli mirati della Polizia Locale, e sollecita l'avvio delle procedure di recupero dell'evasione della Tarsu, destinando l'incasso alla tutela ambientale.
 
     Numerose discariche, comunque, sono già state individuate e censite dal nucleo di tutela e territorio guidato dal capitano Giulio Bonanni, (in linea con le disposizioni del sindaco, Giovanni Di Pangrazio mirate alla tutela del territorio) che ha già denunciato i primi inquinatori. Le discariche vanno bonificate dalla Tekneko.
«L’articolo 34 del capitolato di gara»,  spiega il presidente Presutti, «affida alla ditta il compito di provvedere a propria cura e spese alla ripulitura di tutti gli scarichi abusivi presenti sul territorio comunale. Qualora tra il materiale rinvenuto si rinvenissero matrici separabili classificabili come speciali o pericolosi, quindi non smaltibili negli impianti per rifiuti solidi urbani», spiega Presutti, «la ditta dovrà provvedere a propria cura e spese per la raccolta e il trasporto, anche a mezzo di ditte autorizzate, mentre il Comune si accollerà i soli costi relativi allo smaltimento ai prezzi unitari correnti. Ove l’area risultasse di frequente smaltimento, la Ditta potrà richiedere al Comune l’autorizzazione per l’installazione di sistemi di video sorveglianza”.
     Presutti invita gli uffici a “fornire adeguata informazione ai titolari di attività commerciali circa la possibilità di chiedere il ritiro dei rifiuti con cadenza giornaliera, con conseguente invito a rimuovere i cassonetti privati della raccolta differenziata che vengono posti sul suolo pubblico e una campagna di sensibilizzazione  (Art. 26 del Capitolato di gara) rivolta alla cittadinanza per favorirne la sensibilità ambientale, la collaborazione e la partecipazione ai servizi».
  Intanto l'amministrazione ha sollecitato l'impresa a installare i cestini dei rifiuti nel centro della città.