LUTTO

Santa Maria Imbaro, capogruppo di opposizione muore durante il consiglio comunale

Sabato lutto cittadino.

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

6667

stefano paone santa maria imbaro

Paone poco prima del malore (Foto: Camillo Orfeo)

SANTA MARIA IMBARO.  Una pausa troppo lunga durante il suo accorato discorso poi si è accasciato a terra. Non c’è stato nulla da fare.

Stefano Paone stava spiegando la sua contrarietà alla nuova centrale a biomasse. Il capogruppo dell'opposizione, Stefano Paone, 62 anni, medico, ex candidato sindaco di Santa Maria Imbaro, e' morto così improvvisamente, davanti a tutti,  mentre stava concludendo il suo intervento nel consiglio comunale che aveva all'ordine del giorno l'approvazione di una centrale a biomasse nel territorio.
Paone si e' accasciato davanti a tutti, proprio poco prima di annunciare il suo voto contrario alla centrale.
Erano presenti oltre una cinquantina di persone, tanta gente rispetto alla media visto il tam tam di inviti fatti circolare anche sulla Rete affinchè fosse alta la partecipazione di cittadini in considerazione dell’importante argomento in discussione. Molti quelli giunti anche dai paesi vicini o chi ha portato i propri figli piccoli per non lasciarli soli a casa. Alla notizia di una nuova centrale a biomasse proprio a Santa Maria Imbaro molti si erano già allertati e mobilitati per organizzare una massiccia campagna di informazione e opposizione al progetto. La sala, dunque, era piena e faceva anche molto caldo.
Il discorso pronunciato da Paone era accorato, raccontano i presenti, l'argomento era sicuramente sentito ma la discussione era tranquilla anche perchè si stava procedendo verso il no unanime.
Secondo una prima ricostruzione all’arrivo dei soccorritori Paone era già in arresto cardiaco ed è per questo che i medici hanno cercato di rianimarlo con un defibrillatore e almeno 15 scariche ma è stato tutto inutile. Dopo alcuni minuti i medici del 118 non hanno potuto che certificare la morte del consigliere. In aula anche la moglie di Paone che ha assistito alla tragedia e ha chiesto che il corpo venisse portato a casa, così come poi è effettivamente avvenuto.
Il consiglio comunale è stato immediatamente sospeso ma l’emozione e lo sconcerto hanno preso il sopravvento e scioccato quanti si sono resi subito conto della gravità della cosa. Paone aveva avuto già dei problemi cardiaci e si era sottoposto in passato ad un intervento di by pass al cuore.
Il funerale si terrà sabato pomeriggio alle 15 alla chiesa di Santa Maria Imbaro. Il feretro partirà da Lanciano, dove Paone viveva.

LUTTO CITTADINO
 Il sindaco di Santa Maria Imbaro, Nicola Romagnoli, ha proclamato per sabato il lutto cittadino in occasione dei funerali di Stefano Paone.
«Il sindaco, l'amministrazione Comunale, il segretario e i dipendenti tutti, partecipano commossi al dolore che ha colpito la famiglia Paone per l'improvvisa scomparsa del caro Dott. Stefano, Capogruppo Consiliare, mentre esercitava le sue funzioni di rappresentanza» scrive in una nota il sindaco Romagnoli che «nel proclamare una giornata di lutto cittadino per il 6 ottobre, invita l'intera comunita' a partecipare ai funerali che si terranno nella stessa giornata alle ore 15.00 nella chiesa Maria S.S. Madre di Dio».
Il consigliere Giuseppe Di Vito, collega di minoranza di Paone, ha proposto ai consiglieri e al sindaco di intitolare la sala consiliare a Stefano Paone, ex candidato sindaco nel 2009 per la lista civica Progetto Comune