ENERGIA

Scuole Teramo, 2 milioni per 11 impianti fotovoltaici

Grandi lavori per 29 scuole della provincia

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1483

Scuole Teramo, 2 milioni per 11 impianti fotovoltaici
TERAMO. Efficientamento energetico, adeguamento degli impianti termici, sicurezza.

Si è lavorato su questi tre fronti negli istituti superiori di competenza della Provincia: 29 scuole distribuite in otto poli che riapriranno i battenti nei prossimi giorni.
1 milione e 400 mila euro sono stati spesi per l’efficientamento energetico; altri 715 mila euro saranno destinati all’adeguamento degli impianti termici; 2 milioni sono serviti a installare 11 impianti fotovoltaici. Con fondi e gli operai dell’ente, il settore dell’edilizia scolastica, da quest’estate, sta effettuando la manutenzione ordinaria mentre si resta in attesa, ma sono già stati assegnati dalla Regione, i finanziamenti per gli interventi straordinari (programma Scuola in Sicurezza): circa 6 milioni di euro.
«Dobbiamo ringraziare gli operatori scolastici ma soprattutto alunni e famiglie per la comprensione, la pazienza e la collaborazione che dimostrano – afferma a questo proposito l’assessore all’edilizia scolastica Ezio Vannucci – da anni non ci sono più dotazioni specifiche alle Province per l’edilizia scolastica e quello che riusciamo a fare, assolutamente insufficiente ai fabbisogni, è innanzitutto il frutto di una scelta politica e amministrativa di tutta la Giunta che ha deciso di concentrare le poche risorse di bilancio sui servizi prioritari e fra questi quello dell’edilizia scolastica. D’altro canto va riconosciuta la buona capacità di programmazione e progettazione del settore il quale riesce a cogliere le opportunità derivanti da risorse messe a bando sia a livello regionale che nazionale. Ma è chiaro che per quanto sia evidente l’impegno e l’attenzione che riserviamo al mondo della scuola, anche con la presenza e l’ascolto all’interno dei singoli istituti, questi non sono sufficienti a garantire la piena soddisfazione delle esigenze».

Con il milione e 400 mila euro devoluti dalla Regione, Assessorato Ambiente ed Energia (fondi Por-Fesr attività promozione sistemi di risparmio energetico Patto dei Sindaci) sono stati realizzati interventi di efficientamento energetico su sette istituti scolastici ( al Curie e l’Iti di Giulianova; nella palestra del Polo scolastico di Atri; al Moretti Roseto; all’Itc Rosa e al Liceo scientifico di Nereto; ai Geometri a Teramo).
Al contempo si stanno realizzando interventi di manutenzione ordinaria sulla base delle richieste pervenute dagli Istituti: a Teramo all’Iti sono stati realizzati due nuovi spazi da adibire ad uffici; al Pascal si stanno sostituendo i servizi sanitari di un intero piano; al Liceo artistico è in via di sistemazione il campetto esterno utilizzato come palestra all’aperto. A Giulianova sono in corso lavori di riparazione al tetto del Liceo Scientifico “M.Curie”.
Altri interventi sono previsti al Di Poppa (che ha chiesto nuove cucine); all’ITI Sant’Egidio (problemi al tetto); alla Scuola d’Arte Castelli (infiltrazioni cabina elettrica); all’ITI di Giulianova (sistemazione uffici e tramezzi danneggiati); all’IPSIA di Teramo (porte dei bagni e di altri locali); all’ITC Roseto degli Abruzzi (infissi rotti) ; all’ITC di Nereto (vetrata interna); all’ITCG Roseto degli Abruzzi (lavori di ristrutturazione per realizzare un archivio); al Polo Liceale Saffo Roseto degli Abruzzi (nuova aula informatica).

GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI
Infine sono stati installati 11 impianti fotovoltaici su altrettanti istituti (Polo scolastico "L. Illuminati" di Atri; I.P.C. Turistico "Di Poppa" e Liceo Scientifico di Giulianova; I.T.C. "C. Rosa" e Liceo Scientifico "G. Peano" di nereto; I.T.I. (nuova sede) di Sant’Egidio;
I.P.S.I.A. "V. Moretti" di Roseto; I.T.C. "B. Pascal" e I.T.I. "E. Alessandrini" ; Liceo Scientifico "Einstein" e Liceo Artistico Statale di Teramo).

«Anche in questo caso utilizzando, d’intesa con l’assessore all’Ambiente, Francesco Marconi, i fondi del programma europeo Patto dei sindaci con 1 milione investito dalla Provincia e 1 milione dalla Regione. Dieci impianti sono già funzionanti, nei prossimi giorni sarà allacciato quello a servizio dell’Ipsia di Roseto. Con questo investimento, l’ente, incasserà circa 100 mila euro l’anno dall’autoproduzione di energia», chiosa l’assessore Vannucci.