SANITA'

Francavilla, nuova sede distaccata del distretto sanitario di base

Sorgerà in “zona” piazza San Franco nella parte alta della città

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3698

Palazzo Padovano

Palazzo Padovano

FRANCAVILLA AL MARE. In arrivo a Francavilla un nuovo distaccamento del distretto sanitario di base.

La struttura chiamata Palazzo Padovano, si trova in zona piazza San Franco nei pressi del Palazzo di Città e sarà inaugurata giovedì 19 luglio alle ore 11.00 in piazza S. Franco alla presenza del sindaco di Francavilla Antonio Luciani e del direttore generale dell’Asl Lanciano Vasto Chieti, Francesco Zavattaro.
Palazzo Padovano offrirà servizi di fisioterapia, ambulatorio diagnostico avanzato di neurologia dotato di elettroencefalografo ed elettromiografo di ultima generazione, ambulatorio vaccinale, psicologia territoriale, per l’erogazione dei presidi riabilitativi (lettini antidecubito, carrozzelle, pannoloni per incontinenti, sacche per stomizzati ed presidi vari per i portatori di handicap) e spazi per la commissione medico-legale.
Le attività del distaccamento si porranno in continuità con quelle della sede centrale del distretto in contrada Alento che già soddisfa i bisogni sanitari, socio-sanitari ed amministrativi attraverso l’assistenza domiciliare, anche nei confronti di pazienti oncologici gravi e/o terminali ed attraverso il poliambulatorio specialistico che copre 23 branche di operatori specialisti itineranti.
L’obiettivo è la riduzione dei posti letto, dei ricoveri e la copertura sanitaria a 360° di medici di famiglia e specialisti del distretto. Ed è in questa direzione che si muoverà il nuovo servizio.
Ha precisato la Asl:«con questo strumento irrinunciabile si mira all’aggregazione funzionale dei medici di famiglia con quelli della continuità assistenziale al fine di garantire una presa in carico nell’ambito delle 24 h e sette giorni su sette. Questi devono naturalmente operare in stretta integrazione con i pediatri di libera scelta e con le professionalità e le attività presenti nel distretto: specialisti ambulatoriali, infermieri e terapisti della riabilitazione, assistenti sociali allo scopo di garantire, riqualificare e razionalizzare la continuità dell’assistenza».