Arrestato falso medico. "Curava" a Montesilvano e Martinsicuro

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2323

MONTESILVANO (PE). Curava i suoi pazienti senza avere nessuna abilitazione professionale, né tanto meno quella medica. Era lo specialista di fisioterapia, agopuntura, riflessologia plantare, prescrizioni e somministrazioni di farmaci. Per ogni prestazione si faceva pagare circa 40 euro, ma esisteva anche un tariffario speciale per trattamenti personalizzati.

MONTESILVANO (PE). Curava i suoi pazienti senza avere nessuna abilitazione professionale, né tanto meno quella medica. Era lo specialista di fisioterapia, agopuntura, riflessologia plantare, prescrizioni e somministrazioni di farmaci.
Per ogni prestazione si faceva pagare circa 40 euro, ma esisteva anche
un tariffario speciale per trattamenti personalizzati.

Si andava dal "massaggio di compleanno prenatale" (per le donne incinte?) a 300 euro, "massaggio shiatzu" 53 euro, "linfodrenaggi" 50 euro. Per un "massaggio totale" servivano 80 euro e per chi si accontentava di quello "parziale" bastava appena la metà.
Ma ieri P.S. cinquantacinquenne residente ad Alba Adriatica è finito
in manette: il nucleo Nas dei carabinieri di Pescara lo ha condotto al
carcere di Castrogno e dovrà rispondere di abuso della professione
medica e lesioni personali.

E' stato arrestato nella sua abitazione di Alba Adriatica e quando i
militari gli hanno spiegato le motivazione del provvedimento cautelare
lui ha anche tentato di difendersi. «State prendendo un abbaglio», ha
detto, ma ormai gli indizi a suo carico sembravano troppi e schiaccianti per non agire.
Le indagini del nucleo dei Nas sono partite ad inizio anno, dopo la denuncia di una delle pazienti.
Una donna di 35 anni di Pescara si era rivolta a quello che credeva
uno specialista perchè aveva dei problemi alla schiena. Alcune punture
praticate all'altezza dello sterno da parte del sedicente mago le
hanno causato la lesione del polmone ed è stato necessario il ricovero
presso l'ospedale civile di Pescara.
Successivi accertamenti presso l'Università di Tor Vergata, dove il
medico sosteneva di essersi laureato in Medicina e Chirurgia, hanno
permesso di accertare che l'indagato non aveva mai frequentato corsi
specialistici né conseguito il titolo di laurea.

I DUE STUDI


Eppure il medico era riuscito a farsi un giro consolidato di clienti.
«Non sappiamo ancora con recisione», ha spiegato questa mattina il
capitano del nucleo dei Nas Marcello Sciarappa, «quanti fossero i pazienti dell'indagato ma sembra evidente che ci fosse un bel giro
d'affari».
Il falso medico era riuscito, infatti, ad aprire due studi uno a Montesilvano nella zona di via Verrotti e il secondo a Martinsicuro,
in zona Villa Rosa. Fuori i grossi cartelli di plastica recitavano:
«centro terapeutico "Salute"» e sotto una sfilza infinita di malattie
che riusciva a guarire, dalla scoliosi alla cervicale passando anche
per la capacità di far smettere di fumare. All'interno dei due studi,
entrambi di grandi dimensioni, c'erano spazi separati dove "curare" le
varie malattie.
«Sono stati trovati anche farmaci bizzarri», ha rivelato ancora
Sciarappa, «tra cui una specie di candelotto cinese da accendere e da
passare sul corpo dei pazienti per lenire i dolori».

FALSARIO DI PROFESSIONE

La vera specialità del finto medico, però più che la medicina, sembra
che fosse la falsificazione di documenti, carte, diplomi e fatture.
Si è trovato di tutto nello studio medico: una falsa certificazione
che attestava l'iscrizione all'ordine dei medici di Roma, un falso
certificato di Laurea in Medicina e Chirurgia e un diploma di
fisioterapia.
Il medico, quando richiesto, emetteva anche "regolare fattura". Ora i
carabinieri dovranno accertare se poi venivano versate da qualche
parte o erano semplicemente carta straccia.
Una precauzione, però, l'aveva presa: quando prescriveva i medicinali
lo faceva sempre su carta non intestata. «Questo», ha chiuso
Sciarappa, « poteva già essere un segnale allarmante per i suoi pazienti».

Alessandra Lotti

10/05/2007 14.11