Villaggio Mediterraneo, la festa appena cominciata è già finita

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3503

Villaggio Mediterraneo, la festa appena cominciata è già finita
CHIETI. Ancora problemi per il Villaggio dei Giochi del Mediterraneo. Questa volta però potrebbe essere proprio il colpo fatale. La notizia circolava già da qualche giorno e oggi l'ufficio urbanistica del Comune di Chieti ha confermato: «abbiamo sospeso il procedimento amministrativo» della costruzione del Villaggio. Cosa succederà ora? Ci sarà comunque qualcuno che continuerà a sostenere la fattibilità dell’opera e la sua inaugurazione degli improbabili tempi record? IL PROGETTO E LA PRIMA PIETRA
Questa non ci voleva proprio. Sembra quasi una maledizione: sembra che l'Abruzzo sia predestinato a fare una brutta figura con il mondo sportivo dei Giochi del Mediterraneo, dopo averla pericolosamente sfiorata più e più volte.
Dopo la posa della prima pietra si era cominciato a respirare un'aria ottimistica intorno ad un progetto che fin dall'inizio ha avuto mille intoppi e mille problemi. L'ennesimo colpo di scena vede oggi i cantieri fermi e i giorni di ritardo che si accumulano sempre più.
Su tutto questo incombe la paura di veder sfumare definitivamente la costruzione e l'inevitabile brutta figura.
Il clamoroso stop del Comune di Chieti è stato determinato ufficialmente da «problematiche relative al consorzio costituito per realizzare l'opera».
Il consorzio volontario che si era formato scadeva il 30 marzo 2007 e capeggiato da Gianni Di Cosmo.
In quella data era stato fissato anche il termine entro il quale si sarebbero dovuti compiere tutti gli adempimenti previsti. La mossa dell'ufficio Urbanistica, quindi sembra solo una «precauzione» e si sottolinea come sia stata disposta una «sospensione» e «non un annullamento».
Quanto tempo ci vorrà per risolvere il problema?
L'ufficio proprio non sa rispondere «dipende tutto dalla società, appena ci daranno i documenti richiesti si potrà ripartire. A meno che non succeda qualcos'altro….». Il condizionale è sempre d'obbligo e l'ottimismo anche negli uffici tecnici del comune scarseggia.
«Ormai sta succedendo di tutto», dicono, «è diventato un teatrino…».
La notifica della sospensione è stata inviata alla società che deve realizzare il complesso lo scorso 4 maggio.
Adesso parte l'ennesima corsa disperata per salvare tutto.
Ma una soluzione sarebbe già nell'aria e la spiega Cristiano Vignali, responsabile della Fiamma Tricolore che non ha mai creduto nella realizzazione del progetto.
«La costruzione del Villaggio dei Giochi del Mediterraneo è sempre più in alto mare nel vero senso della parola. Infatti, si fa sempre più probabile l'ipotesi che è stata recentemente sostenuta, cioè che il Villaggio alla fine non si farà più a Chieti, ma a largo della costa di Pescara, su una nave da crociera» Una ipotesi realizzabile? Solo una boutade? Fatto sta che pensandoci bene una bella nave da crociera (c'è tutto il tempo per sceglierla con
calma) forse risolverebbe in un solo colpo mesi di liti e indecisioni.
«In questo modo a Chieti», sottolinea Vignali, «resteranno solo gli oneri dei costi sostenuti per costruire in tempo una infrastruttura obsoleta con la relativa perdita d'immagine per la classe politica teatina a tutti i livelli»

L'unica certezza è che il tempo si sta esaurendo e che quell'ultima pietra che Mr Addadì aspettava si allontana sempre di più.

07/05/2007 11.17


SOLDI PER IL PALATRICALLE

Via libera dalla Giunta regionale ad un finanziamento di un milione di euro per il palazzetto dello sport di Chieti. Lo ha annunciato l'assessore allo Sport, Enrico Paolini, che stamane ha presentato in Giunta un provvedimento che autorizza la stipula di un accordo di programma tra la Regione Abruzzo e il Comune di Chieti relativo ai lavori di adeguamento e ristrutturazione del palazzetto dello sport "Pala Tricalle" di Chieti.
«Si tratta di un finanziamento importante - ha spiegato Paolini - perché permette all'amministrazione comunale di Chieti di adeguare la propria struttura sportiva in modo da rispondere appieno ai requisiti tecnici per le manifestazioni sportive internazionali. Mi riferisco, in particolare, ai due grandi eventi che attendono l'Abruzzo: i campionati europei di basket femminile in programma a Chieti la prossima estate e i Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009. In entrambi gli eventi sportivi, la struttura del Pala Tricalle sarà al centro delle manifestazioni e per questo è stato pensato un lavoro di adeguamento».
Per gli Europei di basket femminile, ricorda Paolini, «la Giunta regionale ha già stanziato l'anno scorso per il Pala Tricalle un milione e 50 mila euro; ora questo ulteriore finanziamento che serve a perfezionare il lavoro per la manifestazione europea della prossima estate e preparare la struttura all'evento dei Giochi del Mediterraneo».
Il finanziamento di un milione di euro è stato prelevato dal fondo ad hoc di Pescara 2009, che ha una dotazione complessiva di 3 milioni di euro, istituito con la Finanziaria.
07/05/2007 12.48