Distribuisce volantini sindacali, la Honda lo licenzia in tronco

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2110

ATESSA (CH). Ieri mattina alle 5,45 all'ingresso del turno di lavoro, davanti ai cancelli, la direzione aziendale della Honda di Atessa ha notificato il licenziamento senza preavviso al lavoratore Massimiliano Travaglini primo eletto della lista Fim-Cisl alle elezioni della Rsu
che sino sono svolte il 24 aprile scorso.
«Il grave provvedimento, anche per il metodo scelto», hanno spiegato
le segreterie provinciali Fim, Cisl, Fiom, Cgil, Uilm, Uil «è stato motivato dalla Honda perchè il lavoratore nei giorni 19 e 20 aprile, quando già era candidato per l'elezione delle Rsu/Rls, ha distribuito a tutti i lavoratori, davanti ai cancelli dell'azienda un volantino sindacale in cui prendeva posizione sui problemi delle condizioni dei lavoratori, motivando la sua candidatura».
Secondo la Honda il contenuto del volantino sarebbe tanto «offensivo e diffamatorio della società e dei suoi dirigenti» al punto tale da essere sanzionato con il licenziamento senza preavviso.
Le organizzazioni sindacali Fim-Fiom-Uilm giudicano invece «immotivato, grave e strumentale» la decisione assunta «perchè' lesivo dei diritti propri, di tutto il sindacato e di tutti i lavoratori, perchè con evidenza punta a condizionare, reprimere e impedire la libera espressione dell'azione sindacale, in tutte le sue forme, così come garantita dalla costituzione italiana».
Per avviare le azioni di risposta e per valutarle insieme ai lavoratori, è stata indetta per il giorno 9 maggio l'assemblea generale dei lavoratori.

04/05/2007 16.00