1° maggio: in viaggio 5,3 mln italiani

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

619

LA RICERCA. Sempre più italiani scelgono di approfittare del "ponte" e dedicarsi qualche giorni di vacanza non programmata. Secondo uno studio condotto dall'Istituto Dinamiche per Federalberghi quest'anno, tra il 25 aprile e il 1 maggio, si registrerà un incremento del 3% rispetto all'anno scorso che garantirà un giro d'affari pari a 2,65 miliardi di euro. 3.002 le interviste telefoniche effettuate tra il 16 e il 20 aprile.
Per il ponte del 25 aprile sono stati 4,35 milioni gli italiani maggiorenni in vacanza (ben l'11% in meno rispetto al 2006), pari al 9,2% della popolazione maggiorenne, ad aver pernottato almeno una notte fuori casa. L'81,9% di questi ha preferito l'Italia (3,6 milioni), mentre il restante 18,1% si è recato all'estero (790 mila persone). Il mare, grazie anche al caldo e alle belle giornate di fine aprile, è stato il luogo che ha attratto il numero maggiore di persone (44% delle preferenze), seguito dalla montagna al 25,4%; le località d'arte maggiori e minori si sono attestate sul 12,6% della domanda, mentre i laghi hanno registrato il 7,9% e le terme l'1,1%.
Tra i luoghi prescelti per alloggiare, l'albergo si è confermato il primo (35,1%); svetta il risultato della casa di proprietà con il 29,5% delle preferenze, che precede la casa di parenti o amici (15,8%) e gli appartamenti in affitto (4,2%). Infine, la spesa media pro-capite si è attestata sui 323 euro rispetto ai 291 Euro del 2006, generando un giro d'affari di 1,4 miliardi di euro, come lo scorso anno.

IL 1° MAGGIO

Cosa succederà con il ponte del 1° maggio? Gli italiani che decideranno di effettuare delle vacanze saranno 5,3 milioni. Tra questi, quasi 9 su 10 (pari all'89,2%) resteranno in Italia (4,73 milioni di persone). Il mare sarà ancora una volta la scelta privilegiata (46,2% delle preferenze), seguita dalla montagna al 18,5%. Come per il 25 aprile, l'albergo mantiene la testa della classifica (33%), seguito anche in questa occasione da casa di proprietà con il 20,9% delle preferenze.
Ma Federalberghi non si dichiara soddisfatta: «sono timidi segnali di ripresa», annuncia che «potrebbero riflettersi in maniera negativa sulla stagione turistica che sta per cominciare.

IL VADEMECUM DELL'ASSOCIAZIONE CODICI

Dieci consigli:
1. Controllare l'efficienza del veicolo (pressione e stato di usura
dei pneumatici, livello di olio nel motore, olio dei freni, acqua del
radiatore) prima di mettersi in viaggio.
2. Consigliato un buon riposo ed un pasto leggero (senza alcolici)
prima di mettersi al volante.
3. Informarsi sulle condizioni del traffico.
4. Fare soste frequenti e di almeno 15 minuti.
5. Tenere accesi, in autostrada e su tutte le strade extraurbane, i
fari anabbaglianti anche di giorno.
6. tenere sempre allacciate le cinture di sicurezza; per il trasporto
dei bambini utilizzare gli appositi seggiolini; in caso di trasporto di animali, individuare per loro una corretta posizione.
7. Durante il viaggio in treno non perdere mai di vista i bagagli;
chiudere le borse, utilizzando possibilmente un lucchetto.
8. Evitare gli scompartimenti isolati e non tentare mai di sporgerti o
di salire sul treno in corsa.
9. Per chi viaggia in aereo: dopo un'attesa di mezz'ora per recuperare
il bagaglio è possibile chiedere un risarcimento, (ovviamente è indispensabile denunciare lo smarrimento).
10. Se dopo 48 ore non si vede ancora l'ombra del proprio bagaglio si
può chiedere il risarcimento del danno;il reclamo deve essere presentato alla compagnia per il traffico nazionale entro 3 giorni in caso di danneggiamento, entro 14 per i casi di smarrimento; per il traffico internazionale si parla di 7 giorni o 21 a seconda della causa.


28/04/2007 10.08