Pedemontana, intesa per il tratto Sant’Anna-Sant’Onofrio

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

865

TERAMO. Sarà la Provincia il soggetto attuatore dei lavori per la realizzazione di un ulteriore tratto della San Nicolò-Garrufo, quello che collega la località di Sant’Anna (dove attualmente la superstrada si ferma) a Sant’Onofrio.
La giunta provinciale ha approvato ieri lo schema di convenzione con cui la Regione affida all'ente l'incarico di procedere all'ultima fase di progettazione e all'appalto dei lavori. L'importo dell'opera è di 15 milioni e 521 mila euro, che costituiscono la prima tranche dei fondi Cipe – in totale 33 milioni di euro per le annualità 2005 e 2006 - destinati a finanziare il prolungamento della Pedemontana fino alla zona industriale di Floriano, a circa un chilometro dall'incrocio con la sp 8 del Salinello.
Per il tratto che collega Sant'Anna a Sant'Onofrio, lungo circa un chilometro e mezzo, la Provincia ha già redatto il progetto definitivo. Ora si tratta di procedere alla stesura di quello esecutivo. Saranno realizzati 2 viadotti per una lunghezza complessiva di circa 500 metri, una galleria artificiale di 168 metri, rilevati e scavi per complessivi 728 metri, uno svincolo nei pressi di Sant'Anna.
«Giudichiamo importante – dichiara il presidente, Ernino D'Agostino - la decisione di affidare alla Provincia, che ne ha già curato la progettazione, la realizzazione del nuovo lotto funzionale della San Nicolò-Garrufo. Siamo soddisfatti perchè potrà rappresentare un avanzamento significativo per il collegamento veloce tra il capoluogo e la Val Vibrata. Il tratto in questione, inoltre, è parte integrante della Pedemontana Abruzzo-Marche, destinata in futuro ad essere un fondamentale asse di comunicazione interno sulla direttrice nord-sud e di collegamento tra le regioni Marche, Abruzzo e Molise. Un'opera, lo voglio ricordare, inserita nell'elenco di quelle considerate strategiche dal Ministero delle infrastrutture».
«L'obiettivo – conclude D'Agostino - è ora quello di giungere rapidamente all'affidamento dei lavori».
«Si tratta di un notevole attestato di fiducia nelle capacità di gestione dell'ente – è il commento del vice presidente con delega alla viabilità, Giulio Sottanelli – e di questo non possiamo che essere molto soddisfatti. Ora dobbiamo subito attivarci per definire il progetto esecutivo del tratto Sant'Anna-Sant'Onofrio. Contiamo entro la fine dell'anno di arrivare all'appalto dell'opera e di far partire i lavori nei primi mesi del 2008».
Da ricordare che, oltre ai 33 milioni di euro di fondi Cipe già assegnati per il prolungamento della San Nicolò-Garrufo, la Provincia ha a disposizione un milione di euro, stanziati con la finanziaria regionale, per avviare la realizzazione dello svincolo di collegamento tra la Pedemontana e la Teramo Mare.

24/04/2007 15.49