Polizia municipale, gestione associata per Alanno, Cugnoli e Rosciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

785

PESCARA. Si vedono i primi passi verso l’Unione dei comuni del pescarese. «Non si tratta di cancellare l'identità dei Comuni e di smarrire il valore, al tempo stesso simbolico e democratico, delle municipalità», hanno fatto sapere i primi cittadini «ma piuttosto, di mettere questo valore al servizio di una maggiore efficacia dei governi locali, nell'interesse dei cittadini, e di realizzare quindi forme efficienti d'esercizio associato delle funzioni e dei servizi».  



PESCARA. Si vedono i primi passi verso l'Unione dei comuni del pescarese.
«Non si tratta di cancellare l'identità dei Comuni e di smarrire il valore, al
tempo stesso simbolico e democratico, delle municipalità», hanno fatto sapere i
primi cittadini «ma piuttosto, di mettere questo valore al servizio di una
maggiore efficacia dei governi locali, nell'interesse dei cittadini, e di
realizzare quindi forme efficienti d'esercizio associato delle funzioni e dei
servizi».




 



Saranno sei i vigili che presteranno le loro funzioni nell'arco dell'intera giornata e su tutto il territorio dei tre comuni firmatari e che daranno vita ad un servizio intercomunale unico, con un solo responsabile e con un'unica regolamentazione.
Ai fini organizzativi spetterà al comune di Rosciano svolgere le funzioni di “comune capofila”, mentre decisioni e controllo saranno di competenza della conferenza dei sindaci (composta dai tre primi cittadini). «Il presidio del territorio sarà assicurato anche nelle ore pomeridiane e si svilupperà attraverso fasi attuative tese a realizzare un livello di integrazione crescente ed ampliare nel tempo attività e funzioni, che terranno conto dei suggerimenti degli agenti e delle esigenze che deriveranno dalle necessità riscontrate sul campo», hanno spiegato Tocco, Chiola e Passeri, che dopo la firma della convenzione hanno voluto incontrare il personale coinvolto nella convenzione, alla presenza dei Carabinieri della locale stazione di Alanno.
«Svolgere in maniera coordinata i servizi di Polizia Municipale e le politiche per la sicurezza anche attraverso la valorizzazione e l'incentivazione delle professionalità degli operatori, delle strumentazioni tecniche e la distribuzione ottimale dei servizi sul territorio», hanno ribadito i sindaci di Alanno, Cugnoli e Rosciano, «sarà un modo per garantire il presidio del territorio ed una presenza più coordinata per la prevenzione ed il controllo dei fenomeni importanti per la sicurezza della circolazione stradale, per la protezione ambientale e per i bisogni emergenti, tutto questo in stretto collegamento con le forze di polizia». Insomma un primo importante passo verso l'unione dei Comuni, che rappresenta anche l'unica esperienza nel suo genere sull'intero territorio pescarese.

21/04/2007 11.59