Presenze turistiche a Giulianova: «profondo rosso»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

932

Presenze turistiche a Giulianova: «profondo rosso»
GIULIANOVA (TE). Confrontando i dati dei turisti arrivati negli anni scorsi con quelli di oggi il risultato non è confortante. Dal 2003 al 2006 si è registrato un calo di 10mila turisti.
«E' in rosso il bilancio turistico complessivo all'interno del territorio di Giulianova. Non solo non c'è un miglioramento, ma in questo delicato ed importante settore addirittura si indietreggia malinconicamente». L'allarme arriva dal comitato "Poveri Giuliesi", coordinato da Alfonso Aloisi che spiega: «confrontando i dati ufficiali dell'anno 2003 con quelli del 2006 registriamo 3.320 arrivi in meno (73.115 del 2006 contro i 76.435 del 2003). Stesso trend per le presenze (509.218 del 2006 contro le 519.920 del 2003): saldo negativo pari a 10.072. Se poi sommiamo i risultati negativi dal 2004 al 2006 (sempre rispetto al 2003) abbiamo: arrivi –8.545, presenze –47.459. Dati spietati e cifre che non sono certamente rassicuranti per l'occupazione e l'economia della città se è vero, come è vero, che molte attività, tra cui alcune monoreddito, fanno affidamento alle risorse legate alla stagionalità degli introiti».
Questi riferimenti, secondo il comitato, «dovrebbero far riflettere l'assessore al Turismo nonché vice-sindaco poichè la sua politica per il settore promozionale si è rivelata inefficiente, lacunosa ed effimera. Il "nostro" sostiene che le fiere turistiche risultano poco efficaci, tant'è che Giulianova,tanto per citarne una, lo scorso anno era alla Fiera di Padova solo con una gigantografia messa a disposizione dall'Aptr».

11/04/2007 9.25