Tribunale Vasto. Mastella:«valuteremo il potenziamento di organico»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1436

VASTO. Il Ministro della Giustizia, Clemente Mastella, ha risposto a un'interrogazione dell'On. Lanfranco Tenaglia (responsabile nazionale Giustizia della Margherita) nella quale si evidenziava l'opportunità di aumentare di almeno un'unità l'organico dei magistrati presso il Tribunale di Vasto (Chieti). Il Ministro ha sottolineato che «saranno oggetto di attenta valutazione» le osservazioni del Consiglio superiore della magistratura, che «nella seduta del 6 luglio 2006, ha segnalato l'opportunità di poter aumentare di un'unità la pianta organica del predetto Tribunale».

In seguito a tale valutazione «sarà predisposto – afferma Mastella – il decreto ministeriale di ripartizione» dei 116 posti ancora da ripartire tra i vari uffici giudiziari, «che potrà interessare anche la pianta organica del Tribunale di Vasto».
L'On. Tenaglia ha espresso «soddisfazione per la risposta, perché – ha detto – il Ministro ha sostanzialmente condiviso le mie valutazioni sulla necessità di aumentare l'organico dei magistrati nel Tribunale di Vasto. Occorre considerare – prosegue il parlamentare – che il circondario che comprende tale Tribunale è interessato da alcuni fenomeni criminali di importazione dalla vicina regione Puglia, che vanno immediatamente repressi sia con l'intervento dell'autorità di polizia sia con il successivo intervento, rapido ed efficace, dell'autorità giudiziaria».
La pianta organica dell'ufficio di Vasto – ricorda Mastella nella risposta – risulta composta dal Presidente e da cinque giudici togati. Il ministro afferma che il Tribunale vastese «non è stato interessato dalla ripartizione (realizzata con il decreto ministeriale 23 gennaio 2003) del primo contingente di 234 unità su un totale di 546 posti previsti in aumento dalla legge n. 48/2001, poiché questo intervento era rivolto principalmente a realizzare l'istituzione delle piante organiche dei magistrati distrettuali ed a soddisfare le esigenze operative nei gradi superiori di giudizio, che erano stati caratterizzati da significativi incrementi di carico di lavoro».
Il Tribunale di Vasto «non è stato nemmeno interessato dal successivo ampliamento di organico previsto dal decreto ministeriale 7 aprile 2005 per la distribuzione di ulteriori 196 unità sui predetti 546 posti previsti dalla legge n. 48/2001, poiché – spiega Mastella –, anche secondo la metodologia seguita in sede di predisposizione di tale intervento, non raggiungeva uno scostamento dai valori medi della sopravvenienza pro capite per magistrato in relazione al biennio 2002-2003 tale da rendere necessario un immediato ampliamento dell'organico del personale di magistratura».
Finora risulta che tra i diversi uffici giudiziari «sono già state distribuite 430 delle 546 unità disponibili; le ulteriori 116 unità saranno assegnate in occasione dell'ultimo intervento».
04/04/2007 15.06