Discarica di Bussi, Guido Bertolaso alla riunione di domani

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1623

Discarica di Bussi, Guido Bertolaso alla riunione di domani
L’AQUILA. Parteciperà anche il capo del Dipartimento nazionale della protezione civile, Guido Bertolaso, all'incontro promosso per avviare iniziative di bonifica dell'area nel Comune di Bussi, trasformata in discarica abusiva. Lo ha anticipato l'assessore alla Protezione civile, Tommaso Ginoble, annunciando anche la presenza del direttore generale del Ministero dell'Ambiente alla riunione fissata per domani, 27 marzo, alle ore 10, nella sala Celestino V di Palazzo Silone all'Aquila.
«L'autorevolezza dei partecipanti - ha dichiarato Ginoble - è un segno tangibile dell'attenzione rivolta a questa emergenza, che presenta aspetti di assoluta complessità, ed è anche motivo di soddisfazione per essere riusciti a porre ancora una volta le questioni abruzzesi sui tavoli romani. Inoltre - ha aggiunto l'Assessore - c'è la necessità di agire tempestivamente per cercare soluzioni ad una crisi ambientale complessa che, purtroppo, insiste su un territorio già depauperato».
Infatti da più parti si guarda con apprensione agli effetti delle sostanze sulle falde acquifere della zona che sarebbero state trovate in qualche modo contaminate e dunque tossiche, il che potrebbe avere effetti diretti sull'ambiente. La tossicità delle falde se provate oggi non farebbero che testimoniare l'inquinamento di anni e anni ed ancora in corso.

Durante il vertice sarà anche affrontato il tema delle risorse da impiegare per la bonifica della superficie inquinata e nel corso dei lavori si saprà se sarà necessario effettuare un sopralluogo nell'area individuata.
Alla riunione parteciperanno oltre all'assessore Ginoble e al capo del Dipartimento di Protezione civile, Bertolaso, anche l'assessore all'Ambiente, Franco Caramanico, il Prefetto di Pescara, il presidente della provincia di Pescara, il sindaco di Bussi, il comandante del Corpo forestale della Provincia di Pescara, il direttore regionale della Protezione civile, il commissario delegato del Fiume Aterno-Pescara e tecnici della Protezione civile nazionale e del Ministero dell'Ambiente.
26/03/2007 15.21