Affidati i lavori della città della Musica

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

733

PESCARA. L'ufficio gare e appalti del Comune di Pescara ha aggiudicato in via provvisoria due interventi strategici, finanziati con fondi Urban, relativi alla realizzazione della prima parte della "Strada Pendolo", e al primo lotto d'intervento della Città della Musica che sorgerà presso l'ex inceneritore.
L'intervento per la realizzazione della "Strada Pendolo" rientra «nel programma per lo snellimento della viabilità cittadina», spiegano dal Comune, «con cui saranno collegate due zone particolarmente importanti della città, quella del Tribunale e quella dell'Ospedale, al fine di trasferire una quota significativa del traffico veicolare dall'area interna a quella esterna, creando un percorso parallelo ed alternativo alla Statale Adriatica».
In particolare, l'intervento aggiudicato riguarda l'asse viario di collegamento tra via Tiburtina e via Aterno.
I lavori sono stati aggiudicati alla ditta "R.T. Consorzio Stabile Itaca S.a.s." dell'Aquila, che ha presentato un'offerta per un importo a base d'asta di 3.075.000 euro, con un ribasso pari al 19,21%.
L'intervento permetterà di realizzare una "strada-parco" lineare, «particolarmente curata dal punto di vista architettonico». Ai lati del manto stradale, inoltre, la via presenterà le caratteristiche tipiche di un parco, con piante e alberi.
La durata prevista per il completamento dell'intervento è di circa venti mesi, nel corso dei quali i lavori saranno condotti per fasi distinte in modo da non interferire con il regolare flusso veicolare presente lungo le vie interessate.
Il secondo intervento aggiudicato è quello relativo al primo lotto per la realizzazione della "Città della Musica", che sorgerà presso l'ex inceneritore.
I lavori sono stati aggiudicati alla ditta "Paolo Di Giampaolo" di Pescara, che ha presentato un'offerta di 1.947.409 euro, per un ribasso d'asta del 18,03%.
La Città della Musica «si inserirà in un contesto rinnovato anche dagli interventi di miglioramento estetico dei fabbricati dell'ex cementificio», sottolineano da Palazzo di Città, «attraverso una progettazione coordinata delle colorazioni delle due strutture, di quella culturale e di quella industriale».
La durata prevista per il completamento di tale intervento è di 662 giorni.

23/03/2007 14.28