Precari del Comune in sit in in piazza San Giustino

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1657

Precari del Comune in sit in in piazza San Giustino
CHIETI. Presidio permanente dei precari del Comune di Chieti in questi giorni a piazza San Giustino.
Nonostante il freddo di questa coda d'inverno, il sit in continua all'ingresso del palazzo comunale da parte dei precari licenziati che dovevano essere riassunti nelle società di servizi che doveva partire già da alcuni mesi.
I passanti si fermano e domandano il motivo della protesta, altri vanno avanti senza interessarsi, altri ancora non si accorgono di nulla.
La Giunta si difende adducendo gli ostacoli imprevisti della finanziaria, gli ex dipendenti non ce la fanno più a sopportare le lungaggini burocratiche.
Perciò hanno deciso di stazionare di giorno sotto un capanno di lamiera e di notte in una tenda allestita per l'occasione.
Dietro la protesta i disagi economici legati ai bisogni di famiglie intere che di punto in bianco si sono ritrovati senza una entrata. Oltre la disperazione per questo gruppo di ex lavoratori non rimane che la protesta anche plateale.
Eppure nel novembre scorso il capogruppo dei Ds in consiglio Comunale Enrico Raimondi aveva chiesto all'amministrazione «di farsi promotore per accrescere le opportunità di lavoro degli interinali». Ma in quasi cinque mesi non è cambiato niente. Secondo il capogruppo dei Ds, quindi, il Comune, insieme alla Provincia avrebbe dovuto farsi promotore di iniziative «dirette all'accrescimento delle opportunità di lavoro degli "interinali" che sino ad ora hanno prestato la loro attività a favore dell'Ente».
Non è successo nulla: «tutta colpa della Finanziaria», ripetono da Palazzo D'Achille.

s.c. 22/03/2007 10.02