Cementificazione, la costa teramana si impegna a valorizzare l’ambiente

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

840

ABRUZZO. L'esperienza ambientale abruzzese, per l’ottenimento della prestigiosa certificazione Emas, sbarca in Grecia. Una delegazione del progetto "Etica", finanziato dal programma europeo Life Ambiente, e promosso dalla Regione Abruzzo, in collaborazione con la Provincia di Teramo e i sette Comuni della costa teramana, incontrerà i rappresentanti regionali e alcuni operatori economici greci.
I seminari, che si svolgeranno ad Atene e si susseguiranno a partire da domani mattina fino a mercoledì, offriranno la possibilità di trasferire l'esperienza condotta dai sette Comuni per l'ottenimento della registrazione di qualità ambientale Emas alle massime autorità locali: i due viceprefetti del Pireo, Valsamakis e Triantafillou, unitamente al rappresentante della società locale di sviluppo, Ioannopulou e al presidente del settore ambiente, Axarlis.
Sarà presente anche uno staff di tecnici guidati da Karanikolau, dirigente della locale società di sviluppo, e Mermingas, direttore dell'ufficio prefettizio per l'ambiente, a sottolineare l'interesse mostrato dalle autorità greche nei confronti dei temi affrontati dal progetto “Etica”.
“Etica” ha lo scopo di migliorare gli standard di tutela del patrimonio ambientale delle zone costiere teramane, potenziando l'attrattiva turistica.
Con tale progetto, per la prima volta in Italia, una zona litorale di 45 Km, che comprende i comuni di Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto, Pineto e Silvi, si impegna a conseguire la prestigiosa registrazione Emas.
La delegazione italiana, nel corso degli incontri di Atene, nel presentare le finalità e le modalità operative del progetto, dovrà favorire eventuali scambi dell'esperienza avviata in Abruzzo per promuovere le attività legate alla registrazione ambientale.
La delegazione abruzzese è rappresentata da Carlo Visca e Nicola Caporale, dirigenti del Servizio opere marittime e qualità delle acque marine della Regione Abruzzo; Orazio Di Marcello, assessore al Turismo della provincia di Teramo, Antonio De Vincentis, presidente del Consiglio comunale di Giulianova e dai consulenti tecnici del progetto Etica, Valentino Bobbio, e Caterina Acquarone di APRIambiente.
19/03/2007 16.50