La Polizia di Teramo incontra gli studenti per parlare di bullismo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

625

TERAMO. Sono iniziati già da alcuni giorni gli incontri nelle scuole del comune di Agenti della Polizia per l'attività di prevenzione del disagio e dei reati in danno dei minori, con un particolare riguardo al fenomeno del cosiddetto "bullismo" nelle scuole. Intimidazione, sopraffazione, oppressione fisica o psicologica sono le connotazioni delle azioni che il "bullo" porta avanti nel suo disegno negativo di superiorità. Non sono pochi i casi oggi in cui le
aggressioni oltre che verbali diventano fisiche, con pugni, calci e anche
"estorsioni" che spesso iniziano con la merenda, per poi divenire di denaro o di altri beni. Gli Agenti della Questura, che stanno riscuotendo costante attenzione durante i colloqui con gli studenti, distribuiscono ai ragazzi alcuni consigli, frutto dell'esperienza, da tenere presenti e indirizzati anche a genitori ed insegnanti. Cura tale aspetto la Divisione Anticrimine della Questura che ha inserito al proprio interno l'Ufficio Minori, voluto dal Capo della Polizia proprio per studiare le problematiche delinquenziali che possono interessare i giovani e fornire un utile ausilio per gli stessi e per le famiglie a cui ci si può rivolgere per avere anche semplici informazioni.


IL NOSTRO SPECIALE SUL BULLISMO

16/03/2007 9.31