Pescara. «Lastre di amianto pericolose sul ciglio delle strada»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1568

Pescara. «Lastre di amianto pericolose sul ciglio delle strada»
AGGIORNAMENTO (14.42)

PESCARA. «Lastre di amianto frantumate giacciono sul ciglio della strada a confine con un uliveto i cui frutti potrebbero risultare contaminati dalle fibre volatili e ci si augura che lo stesso non sia contemplato tra quelli coltivati col sistema biologico».
L'avvistamento è stato fatto dall'associazione culturale La Radice, in strada Colle Pizzuto, a due passi dall'Università, dalla Pineta D'Annunziana in un terreno a pochi passi dall'ex Aurum, «lì dove», sottolinea Mattia Giansante, «i cittadini che vi abitano e che vi transitano potrebbero essere esposti, ormai da mesi, a rischio per la loro salute».
«Sembra strano», ha sottolineato l'associazione, «che ai vigili urbani ed alle altre istituzioni preposte al controllo ambientale del territorio, sia sfuggito l'obbligo di rilevare la pericolosissima discarica di amianto e che il sindaco non abbia ancora provveduto a vietare la circolazione in circostanze simili di probabile gravissimo allarme sanitario a causa della vera e propria bomba ecologica».




La Legge 27 marzo 1992 n. 257 classifica l'amianto «tra i rifiuti speciali, tossici e nocivi» e il Decreto Legislativo 17/03/1995, n.
114 stabilisce che «per l'attività di demolizione di edifici, strutture ed attrezzature contenenti amianto, nonché per la rimozione, è obbligatorio redigere il piano di lavoro da parte di tecnici specialisti iscritti in un apposito albo».
La Legge 27 marzo 1992 n. 257 «delinea, altresì», ha ricordato Giansante, «il criterio sanzionatorio per chi non osserva le disposizioni, nella misura che va da un minimo di 5.000 € a 25.000 € circa».




Chi pagherà le spese per bonificare l'amianto di Strada Colle Pizzuto?
«Chi certificherà la garanzia di genuinità dei prodotti coltivati nelle zone circostanti e come intende rassicurare gli abitanti del circondario sulla certezza che essi non correranno il malaugurato rischio di ammalarsi di tumore?» L'associazione ha chiamato in causa anche la magistratura perché «espleti tutte le azioni per individuare gli eventuali responsabili e perseguire chiunque abbia omesso di adempiere agli obblighi derivanti dalle responsabilità che il ruolo loro attribuisce».

15/03/2007 10.28






IL COMUNE: «ATTIVATA LA PROCEDURA PER LA BONIFICA DELL'AREA DI VIA COLLE PIZZUTO»

«I responsabili del Servizio Ecologia del Comune di Pescara, a seguito degli esiti di un sopralluogo eseguito con gli agenti della Polizia Municipale, hanno attivato le procedure necessarie per la rimozione di una ventina di lastre di amianto abbandonante in strada Colle Pizzuto, e informato la Asl per opportuna conoscenza», lo ha detto poco fa il responsabile del servizio ecologia ed energia del Comune di Pescara, Bernardo Appignani.
«E' stata già inoltrata», h aggiunto, «una richiesta alle ditte specializzate che dovranno fare pervenire con assoluta priorità la loro offerta per l'assegnazione dell'incarico di smaltimento delle lastre. La zona, in attesa che vengano avviate le operazioni di bonifica, è stata transennata».
15/03/2007 14.41